Login / Registrazione
Sabato 1 Ottobre 2016, Santa Teresa di Lisieux di Gesù Bambino
follow us! @travelitalia

Musei di Rieti

Rieti / Italia
Vota Musei di Rieti!
attualmente: 06.00/10 su 1 voti
MUSEO CIVICO SEZIONE ARCHEOLOGICA
c/o Monastero di Santa Lucia
Via Sant’Anna, 4
La Sezione Archeologica è stata inaugurata nel 2001 e ampliata nel 2007 con l'apertura dell'Ala dei Sabini. La Sezione custodisce reperti che variano dal XII sec. a.C. al XIII d.C. provenienti da scavi, collezioni private e acquisizioni avvenute nel tempo. I reperti sono suddivisi tematicamente in diversi spazi:
la sala 1 intitolata “La vita, la morte, la religione” conserva oggetti di uso quotidiano, celebrativi e di culto; la sala 2 detta “La biblioteca di pietra” è dedicata alle epigrafi votive onorarie e funerarie; la sala 3 detta “La città” cerca di ricostruire un antico spazio architettonico con capitelli architravi e cornici; nelle sale 4, 5, 6 sono conservati un’importante collezione di monete e reperti alto medievali.
Stupenda un’urna a capanna, ornata con personaggi stilizzati e graffiti a meandro, dell’età del ferro. Notevoli sono la statuetta mutila di Artemide e una raffinata testa di fanciulla d’età augustea. La raccolta numismatica offre un panorama completo dell’arte della moneta in età romana.

MUSEO CIVICO SEZIONE STORICO-ARTISTICA
c/o Palazzo Comunale
Piazza Vittorio Emanuele II
La Sezione Storico-Artistica, riaperta dopo una ventennale chiusura nel 2000, conserva manufatti e opere artistiche relative a un ampio periodo tra il Medioevo e l'età contemporanea. Il nucleo originario di tali materiali proviene dalla collezione civica di Rieti nella quale sono confluiti gli oggetti appartenuti a chiese e conventi della città e dei dintorni, successivamente alla liquidazione dell'asse ecclesiastico.
Il Museo possiede collezioni importanti: tra i dipinti antichi spiccano il polittico raffigurante la Madonna col Bambino e Santi del senese Luca di Tommè (1370); la Madonna del Latte, prima opera datata di Antoniazzo Romano (1464); il trittico con la Crocifissione del Veneto Zanino di Pietro (sec. XV). I pittori reatini sono rappresentati dallo splendido dipinto di Antonio Gherardi raffigurante San Leonardo in visita a un carcerato (1698) e dalle opere di Antonio Calcagnadoro, cui è dedicata un’intera sala. Tra le sculture d’inestimabile valore si ammira la statua raffigurante Ebe, in gesso e bronzo dorato, opera di Antonio Canova (1815 ca.).

MUSEO DIOCESANO E DEL TESORO DEL DUOMO
c/o Battistero del Duomo
Piazza Cesare Battisti
Ospita manufatti e opere artistiche di carattere sacro relativi a un arco cronologico compreso tra il Medioevo e l'età contemporanea (XII-XX sec. d.C.). Nella nuova esposizione, inaugurata nel 2004, sono presenti suppellettili (croci, ostensori, reliquiari, calici, pissidi, turiboli, patene, pastorali etc.) e arredi (sculture lignee, eburnee e litiche, dipinti), provenienti dalla stessa Cattedrale e da altri luoghi di culto del Reatino. Altri spazi del Museo si trovano nelle sagrestie della Basilica inferiore.

PINACOTECA DIOCESANA
c/o Palazzo Vescovile (o Palazzo dei Papi)
Piazza Vittori
Nella ricca collezione di oggetti d'uso liturgico emergono un riccio di pastorale in avorio della fine del '300, ancora utilizzato dai Vescovi di Rieti nelle principali solennità religiose; il busto reliquiario rinascimentale di San Balduino, opera di Bernardino da Foligno; le oreficerie che documentano le tecniche e gli stili di un vasto arco di tempo dal medioevo all'età moderna. Il patrimonio del Museo è composto anche da numerosi dipinti ad affresco, su tavola e su tela. Tra le sculture sono notevoli quelle in legno dei secoli XIV-XVII e una settecentesca Madonna in avorio da Cerchiara.
Condividi "Musei di Rieti" su facebook o altri social media!