Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Musei di Ravenna

Ravenna / Italia
Vota Musei di Ravenna!
attualmente: 09.20/10 su 5 voti
  • MUSEO D'ARTE DELLA CITTÀ DI Ravenna
    La Pinacoteca Comunale ha sede presso l'ex Monastero di Santa Maria in Porto, nella stupenda struttura architettonica denominata Loggetta Lombardesca. La loggetta fu costruita fra il 1495 e il 1525, e conserva ancora un magnifico chiostro del Rinascimento, a due ordini di logge. Sede di numerose ed importanti mostre d'arte temporanee, la Pinacoteca ospita tre collezioni permanenti: l’antica (con opere dal XIV al XVIII secolo); la moderna (con opere dall'inizio dell'800 alla prima metà del 900); la contemporanea (con opere dalla metà del '900 ad oggi). Vi si conserva inoltre la statua sepolcrale di Guidarello Guidarelli, scolpita da Tullio Lombardi nel 1525: la statua è un'opera in marmo di superba bellezza e ricca di leggenda.
  • MUSEO DEL RISORGIMENTO
    La storica raccolta di cimeli risorgimentali conservata presso la Biblioteca Classense, si costituisce di memorie cariche del pathos derivante dalla vera e propria venerazione tributata ai protagonisti, martiri o vincitori, della vicenda dell'indipendenza italiana, raccolte dai Ravennati che avevano partecipato ai moti, alle guerre d'indipendenza, nonché alle vicende garibaldine. Veri e propri protagonisti-raccoglitori, fecero dono alla amministrazione comunale dei ricordi in loro possesso, fossero essi armi, divise, buffetteria, opere grafiche e dipinti o carteggi e documenti personali, testimonianze tutte di sentita partecipazione popolare, cui si andarono ad aggiungere documentazioni, per lo più cartacee raccolte da quei "tutori" delle memorie documentarie ravennati, quali furono Primo Uccellini prima e Silvio Bernicoli poi. La raccolta dei cimeli risorgimentali si lega saldamente alle collezioni classensi, in particolare ai manoscritti, agli autografi e al monumentale carteggio di Luigi Carlo Farini, d’enorme importanza per la storia del Risorgimento ravennate. Il Museo intende dare un segnale di novità in direzione di una più attuale dimensione museografica, in grado di lasciar spazio all'analisi critica e all'interpretazione degli eventi storici.
  • MUSEO ARCIVESCOVILE
    Situato al primo piano dell'antico e vasto palazzo dell'Arcivescovado di Ravenna, accoglie numerose opere d'arte provenienti dall'antica cattedrale e da altre costruzioni ora distrutte. Vi si conserva la famosissima cattedra d'avorio di Massimiano, uno dei più celebri lavori in tale materia che si conoscano, opera d’artisti bizantini del secolo VI. A croce greca e decorato con splendidi mosaici dell'inizio del VI secolo, vi si trova uno dei monumenti Unesco della città: l'oratorio di Sant'Andrea (o Cappella Arcivescovile). Attualmente in restauro il Museo Arcivescovile è uno dei maggiori contenitori di antiche opere della Curia.
  • MUSEO DANTESCO
    Situato nel Centro Dantesco dei Frati Minori presso la Tomba di Dante, il museo è strutturato in sezioni che raccolgono rappresentazioni ispirate all'opera del poeta: illustrazioni, quadri, medaglie e monete, piccole sculture in bronzo e filatelia.
  • MUSEO NAZIONALE
    Situato nei chiostri dell'ex monastero benedettino, nel complesso monumentale di San Vitale, il Museo raccoglie importanti collezioni di arti minori tra cui alcune stele sepolcrali ed epigrafi, diversi reperti archeologici, una collezione di stoffe (dalle copte alle rinascimentali), una pregevole raccolta di avori, una ricca raccolta di icone, una sezione numismatica ed un'affascinante collezione di armi antiche. Il Museo conserva inoltre il ciclo degli affreschi trecenteschi di Santa Chiara che ornava la chiesa delle Clarisse di Ravenna , oggi teatro Rasi.
  • MUSEO NAZIONALE DELLE ATTIVITÀ SUBACQUEE
    Realizzato da "The Historical Diving Society, Italia", il museo è stato inaugurato nel 1998. Prima ed unica realtà del genere in Italia, presenta, al visitatore, una notevole varietà di materiali, attrezzature, stampe, diorama, pannelli esplicativi, che illustrano i vari aspetti di un'attività: quella di conoscere e vivere il "Sesto Continente", che affonda le sue radici nel nascere stesso dell'uomo. Il museo si compone di varie sezioni e si completa con una campana d'immersione, il logo HDS (l'elmo dei fratelli Deane del 1928) raffigurato in un pannello musivo; una torretta butospica; una biblioteca dedicata al mondo subacqueo a disposizione di studiosi e ricercatori.
  • NATURA - MUSEO RAVENNATE DI SCIENZE NATURALI “ALFREDO BRANDOLINI”
    Il Museo ha sede nella frazione di Sant'Alberto, distante pochi chilometri da Ravenna, presso Parco del Delta del Po. Esso comprende una preziosa collezione ornitologica donata da Alfredo Brandolini, naturalista ravennate del primo '900 e numerosi altri reperti provenienti da donazioni. Contiene inoltre una collezione di conchiglie del Mare Adriatico, rinvenibili in particolare lungo le coste romagnole ed alcuni esemplari di rettili e mammiferi, non solo tipici delle valli del territorio, ma anche esotici. La sede di NatuRa è situata presso uno storico edificio denominato il Palazzone, che era originariamente Hostaria di viandanti, commercianti e pellegrini. Recentemente ristrutturato, esso offre un ambiente idoneo ad ospitare un museo naturalistico per la sua struttura peculiare di fabbrica cinquecentesca deputata al commercio e simbolo di conoscenze e di scambi culturali
Condividi "Musei di Ravenna" su facebook o altri social media!