Login / Registrazione
Domenica 11 Dicembre 2016, San Damaso I
follow us! @travelitalia

Chiesa dello Spirito Santo

Ravenna / Italia
Vota Chiesa dello Spirito Santo!
attualmente: 04.00/10 su 3 voti
Il primo edificio di culto eretto da Teodorico a Ravenna, dopo che nel 493 conquistò la città, fu la Cattedrale degli Ariani. Teodorico voleva dare al suo popolo ariano un edificio di culto, dedicandolo alla Resurrezione del Signore. Cacciati i Goti, i cristiani vennero in possesso dell’edificio e - con l’arcivescovo Agnello (556-559) - riconciliarono la chiesa al proprio culto consacrandola a San Teodoro, martire di Amasea. Solo in epoca successiva la chiesa fu dedicata allo Spirito Santo.
La chiesa conserva le caratteristiche architettoniche originarie, considerando il rialzamento di m 1,82 del pavimento e di tutte le colonne. La facciata è dominata dal portico del '500 formato da cinque grandi archi nella fronte e da un arco nel lato corto a nord. L’interno è a tre navate, divise da due file di sette colonne, sormontate da capitelli e pulvini. Essendo lunga m 26,41 e larga m 16,99, la chiesa presenta un limitato sviluppo in profondità. Sotto questo aspetto, essa richiama le proporzioni di un'altra chiesa ariana di Roma, eretta un quarto di secolo prima: quella di Sant'Andrea dei Goti. Di età teodoriciana è l'ambone marmoreo, collocato a circa metà dell'allineamento della fila destra delle colonne. Il soffitto a cassettoni dorati della navata mediana fu eseguito, nascondendo le precedenti capriate, poco prima della metà del secolo XVI, epoca questa a cui risale anche il portichetto antistante la facciata. In fondo alla navata destra si conserva una grande tela del pittore forlivese Livio Agresti, raffigurante i "Vescovi Colombini", che furono così denominati, perché si credette che la loro elezione al soglio episcopale ravennate fosse dovuta all'indicazione della colomba dello Spirito Santo.
Condividi "Chiesa dello Spirito Santo" su facebook o altri social media!