Login / Registrazione
Lunedì 26 Settembre 2016, SS. Cosma e Damiano
follow us! @travelitalia

Capanno Garibaldi

Ravenna / Italia
Vota Capanno Garibaldi!
attualmente: 06.33/10 su 6 voti
Così ne scrisse un giornalista di fine Ottocento:
“Costeggiando sempre il Canale Naviglio, fra le boscaglie del Pineto in distanza di cinque chilometri, si giunge al Capanno Garibaldi, originariamente del Pontaccio. Qui l’eroe, col suo aiutante Leggero ebbe rifugio dal 6 al 7 agosto 1849, mentre era cercato a morte dagli austriaci come una belva della foresta, lui, il masnadiero, il filibustiere di quei tempi. Quante idee montano al cervello, quanti sussulti partono dal cuore nel visitare il sacro luogo! E quanti pensieri ha contenuto dell’eroe, supremo quello di recarsi per mare in aiuto di Venezia, che egli formulava con queste precise parole: “Ebbene, amici, havvi modo di avere un legnetto peschereccio per andare fino a Venezia?”. E che cuore sarà mai stato il tuo, o eroe fuggente la rabbia austriaca, allorquando, prima di giungere a questo sacro asilo, dovesti abbandonare senza sepoltura l’inanimata spoglia della tua bella compagna di tutti i pericoli - Anita - che, gravida di più mesi, per infiniti strapazzi durati nella valli di Comacchio, vedesti soccombere in Mandriole il 4 agosto nella Fattoria Guiccioli?
La storia del nostro Risorgimento ha tali pagine di alta pietà da non essere superata dalle antiche; e i dolorosi casi di Anita e Garibaldi in Romagna caveranno lacrime anche ai posteri, che ne faranno una leggenda! E santo sia sempre e ricordato il nome di quel manipolo di forti popolani che salvarono all’Italia l’eroe per la via di Toscana, e i cui nomi qui consacro …
Là dentro al capanno si notano cumuli di ghirlande votive che le associazioni di Ravenna van portando al luogo sacro, e si leggono stampati e manoscritti fra cui dello stesso Garibaldi e del figlio Menotti. Sembra davvero un povero tempio, una specie di Betlemme italiana, in cui si venerano gloriose memorie; ed a ragione il Capanno Garibaldi deve essere posto fra i monumenti di Ravenna. Ora appartiene alla Società Conservatrice del Capanno, che ogni anno lo visita come in pellegrinaggio”.
Condividi "Capanno Garibaldi" su facebook o altri social media!