Login / Registrazione
Lunedì 5 Dicembre 2016, San Saba
follow us! @travelitalia

Battistero degli Ariani

Ravenna / Italia
Vota Battistero degli Ariani!
attualmente: 09.11/10 su 9 voti
Il Battistero fu eretto alla fine del V secolo, poco lontano dalla Chiesa dello Spirito Santo, che un tempo fu cattedrale degli Ariani. Alla metà del VI secolo, con la condanna della dottrina ariana, l’edificio fu adattato ad oratorio cattolico, col nome di Santa Maria. Durante l’esarcato, fu assegnato ai monaci basiliani e prese il nome di Santa Maria in Cosmedin. L'edificio è interrato per più di due metri ed è a forma ottagonale, con quattro nicchioni all'esterno. Nulla rimane delle altre decorazioni che sicuramente ricoprivano le pareti. Nella cupola, il Battistero conserva un bel mosaico che rappresenta il battesimo di Cristo e i dodici apostoli.
Al tempo della costruzione, il re goto Teodorico aveva consolidato il suo potere e l'arianesimo era diventato religione ufficiale della corte. L'arianesimo è un'eresia che prende il nome dal suo propugnatore, Ario. Secondo la dottrina ariana, Cristo era figlio di Dio e vero uomo, conservando la sua natura umana: fu solo attraverso il rito del battesimo che la natura divina venne comunicata a Cristo. I mosaici di questo battistero celebrano la teologia del battesimo in senso ariano: il giovane Cristo non viene rappresentato come proveniente da oriente, quale appare nel battistero cattolico. Mentre il Cristo cattolico del Battistero Neoniano viene da oriente ("luce da luce, Dio vero da Dio vero"), il Cristo ariano si dirige verso oriente, diventando divino solo nel momento del battesimo. Così il Cristo raffigurato nella cupola, è umano, un uomo giovane e nudo, immerso nell'acqua fino ai fianchi ma con l'inguine scoperto. L'eresia ariana non è sopravvissuta, ma resta in questo Battistero l'immagine del Cristo e dello Spirito Santo con caratteri ariani.
Condividi "Battistero degli Ariani" su facebook o altri social media!