Login / Registrazione
Lunedì 5 Dicembre 2016, San Saba
follow us! @travelitalia

Palazzo Vescovile Schininà

Ragusa / Italia
Vota Palazzo Vescovile Schininà!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
Situato nel centro storico di Ragusa Superiore, il Palazzo fu costruito alla fine del Settecento, per volere di don Mario Schininà Cosentini dei marchesi di Sant’Elia. Il piano originario prevedeva che l’edificio occupasse tutto l’isolato tra Via Ecce Homo e Corso Italia, ma per vari motivi non fu portato a compimento.
Nell’Ottocento il Palazzo fu diviso in due parti: la parte sud rimase di proprietà della famiglia Schininà, mentre la parte nord fu affidata dalla marchesa Carlotta Schininà al parroco della cattedrale, per diventare sede del Seminario. Tuttora il Palazzo ospita il Vescovado e gli uffici della Curia.
La facciata si caratterizza per una serie di balconi sorretti da mensole in pietra-pece, decorate a motivi vegetali; il balcone che sovrasta il portone d’ingresso principale, mostra una cornice abbellita con sculture rococò. Due grandi portoni - con semicolonne decorate con elementi di pietra calcarea - segnano l’ingresso dell’edificio. L’ingresso a nord dà accesso ad un atrio coperto, delimitato da una cancellata in ferro battuto, con lo stemma della Diocesi: quello a sud immette nel cortile che introduce alla terrazza e agli ambienti del piano superiore, tramite una sfarzosa scalinata con balaustre, abbellita da grandi vasi in terracotta.
All’interno si estende l’ampio giardino che il barone Giuseppe Schininà - appassionato botanico - utilizzava per coltivare piante rare: quest’attività è testimoniata dalle due grandi araucarie che ancora s’innalzano nel giardino per quasi cinquanta metri.
Condividi "Palazzo Vescovile Schininà" su facebook o altri social media!