Login / Registrazione
Sabato 1 Ottobre 2016, Santa Teresa di Lisieux di Gesù Bambino
follow us! @travelitalia

Pieve di Sant’Andrea

Pistoia / Italia
Vota Pieve di Sant’Andrea!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
La Pieve di Sant’Andrea ha origine antica: molti indizi ne riconducono la fondazione al VII secolo, ossia al periodo della dominazione longobarda. La Pieve fu rinnovata nelle forme odierne verso la metà del XII secolo. Il suo odierno aspetto deriva dai lavori di restauro che si sono succeduti nel tempo e in particolare dai più recenti che, demolendo la maggior parte degli interventi aggiuntisi nei secoli, hanno restituito un edificio certamente austero e suggestivo ma diverso dal primitivo, la cui ricchezza cromatica è però ancora testimoniata dai pochi affreschi rimasti.
Sulla facciata, in stile pisano e abbellita da leoni romanici, spicca il portale d’ingresso, con architrave istoriato (1166), in cui è raffigurato il Viaggio dei Re Magi, opera dei maestri Gruamonte, Enrico e Adeodato. Sulla colonna a destra del portale, la testa scolpita, molto rovinata, di Musetto II, sovrano delle isole Baleari, sconfitto dal capitano pistoiese Grandonio de’ Ghisilieri.
L'interno della chiesa, articolato in tre navate con colonne e abside semicircolare, si inserisce nel generale rinnovamento che coinvolse le maggiori chiese pistoiesi alla metà del XII secolo. Esso custodisce opere d'arte di gran pregio che ne fanno uno dei luoghi più interessanti della regione. Tra queste spiccano: il pulpito di Giovanni Pisano, datato 1301, abbellito da decorazioni che ritraggono la vita di Gesù e del Giudizio universale.; il Crocifisso ligneo, pure di Giovanni Pisano; la statua di Sant’Andrea, ancora di Giovanni Pisano, proveniente dalla facciata, dove è stata sostituita da una copia; le formelle marmoree intarsiate, di scuola comacina, provenienti dall’antico recinto presbiterale della cattedrale pistoiese.
Condividi "Pieve di Sant’Andrea" su facebook o altri social media!