Login / Registrazione
Mercoledì 28 Settembre 2016, San Venceslao
follow us! @travelitalia

Convento di Sant’Agostino

Piacenza / Italia
Vota Convento di Sant’Agostino!
attualmente: 08.00/10 su 2 voti
Il Convento di Sant’Agostino si trova lungo lo Stradone Farnese. I lavori per la sua costruzione iniziarono nel 1550, secondo un progetto complessivo che prevedeva la costruzione di tre ampi chiostri e di una chiesa a cinque navate con cupola e “crosere”, colonne binate e pilastri accorpati. Gli edifici conventuali, oggi parte della Caserma Cantore, non sono visitabili. La chiesa (1570-87) fu costruita dal piacentino Bernardino Panizzari, detto il Caramosino, probabilmente su progetto del milanese Cristoforo Lombardo.
Preceduta da una facciata neopalladiana in blocchi di granito, eretta nel 1786-1792 su disegno di Camillo Morigia, la chiesa è stata recentemente restaurata e riportata all’antico splendore. L’interno, assai ampio, mostra interessanti soluzioni spaziali nel sistema delle coperture delle ali laterali e all'incrocio del transetto, sormontato da una grandiosa cupola. Sant’Agostino è l’unica chiesa della città ad avere cinque navate. Le navate stesse sono divise da coppie di colonne in granito e da pilastri accorpati, dalle linee maestose e solenni.
Circa le opere d’arte, va notato che, soppressi i Canonici Lateranensi, la chiesa fu spogliata dei suoi arredi, che poi furono in parte riutilizzati in altre chiese, o esposti al Museo Civico. Sono rimaste le belle decorazioni in stucco e le statue scolpite da Giulio Mazzoni, nonché un affresco della scuola del Malosso, che rappresenta l’Annunciazione.
Sotto i bombardamenti del 1945 è andato purtroppo distrutto l'affresco del refettorio, opera di Giovan Paolo Lomazzo (1538-1600), noto per il celebre trattato sulla pittura e i suoi rapporti con Leonardo.
Condividi "Convento di Sant’Agostino" su facebook o altri social media!