Login / Registrazione
Domenica 4 Dicembre 2016, San Giovanni Damasceno
follow us! @travelitalia

Musei di Pescara

Pescara / Italia
Vota Musei di Pescara!
attualmente: 07.00/10 su 2 voti
MEDIAMUSEUM
Piazza Alessandrini, 34
Inaugurato nel gennaio del 2006, il Mediamuseum è un museo “sui generis”, rivolto a immagini, oggetti e documenti collegati alle professioni multimediali. Esso rappresenta un luogo multimediale di grande fascino, in grado di collegare passato, presente e futuro dell'immagine audiovisiva. E’ poi presente un punto d’informazione multimediale, con una mediateca che raccoglie e mette a disposizione un vasto insieme di materiale su tutto ciò concerne il cinema, la televisione, il teatro e il mondo dei "nuovi media".
MUSEO CASA NATALE DI GABRIELE D’ANNUNZIO
Corso Manthoné, 101
La casa natale del poeta, vate, romanziere e drammaturgo Gabriele D’Annunzio, fu dichiarata monumento nazionale nel 1927, e poi trasformata in museo. Le stanze hanno conservato l'aspetto originario e vi sono stati ordinati, dopo vari restauri, i ritratti, le lettere, gli abiti, alcuni mobili e i calchi del viso e della mano del poeta.
Nel Museo sono esposti documenti, cimeli, divise, lettere e ritratti di famiglia del poeta. I locali sono corredati da pannelli didattici, ricchi di citazioni da opere e lettere, nonché di fotografie e documenti riferiti a vari aspetti e momenti della vita del Poeta, dei suoi rapporti con la famiglia, con Pescara e con l’Abruzzo, delle memorabili imprese militari. Nel cortiletto, su una mattonella artistica, è visibile l’effigie del poeta eseguita nel 1920 da Basilio Cascella. In una bacheca sono presenti anche le lettere del poeta allo scultore Minerbi per la realizzazione del sepolcro della madre.
MUSEO CIVICO “BASILIO CASCELLA”
Via G. Marconi, 45
Il Museo è allestito nei locali in cui, alla fine dell’Ottocento, il pescarese Basilio Cascella possedeva uno stabilimento cromolitografico, poi convertito in una sorta di scuola d'arte.
Vi sono esposte oltre 500 opere di pittura, scultura, ceramica e grafica di Basilio, dei suoi figli Tommaso, Michele, Gioacchino e dei nipoti Andrea e Pietro. La struttura originaria è stata notevolmente ingrandita nel 2004, con due grandi sale, una delle quali dedicata interamente a Tommaso Cascella.
MUSEO D’ARTE MODERNA “VITTORIA COLONNA”
Via Gramsci
Inaugurato nel 2002 con una bellissima mostra di Chagall, il Museo ha poi ospitato – e continua a ospitare – altre notevoli mostre artistiche di carattere temporaneo, su una superficie di quasi tremila metri quadrati. Esso dispone anche di una collezione permanente, che deriva da tre donazioni, comprendenti opere, tra l’altro, di Remo Brindisi, Ennio Calabria, Carlo Carrà, Renato Guttuso, Giacomo Manzù, Mino Maccari, Mirò e Picasso. Fra le varie tele spicca quella dei “Butteri”, opera del macchiaiolo Ulisse Pichi. Un’area del Museo è dedicata a convegni, conferenze, concerti, presentazione di libri.
MUSEO DEL MARE
c/o Mercato Ittico
Via Raffaele Paolucci, 113
Istituito alla fine degli anni ’50 col nome di Museo Ittico, e conosciuto anche con il nome di Museo delle Meraviglie marine, espone una notevole collezione di utensili e strumenti da pesca e navigazione, nonché conchiglie, una ricca sezione ittiologica, fossili, cetacei - tra i quali un capodoglio e una balenottera - tartarughe marine e volatili. Una sezione costituita di recente è dedicata alla fauna marina protetta. Fra le curiosità, si nota uno scafandro da palombaro, con relativa pompa, un esemplare di tridacna gigante del peso di 260 chilogrammi e la ricostruzione dello scheletro di un delfino.
MUSEO DELLE GENTI D’Abruzzo
Via delle Caserme, 22
Fu istituito nel 1982, unendo due musei che in precedenza erano nella Casa natale di Gabriele D’Annunzio: la Mostra archeologica didattica permanente e il Museo delle Tradizioni popolari abruzzesi. E’ una delle istituzioni più importanti in Italia per lo studio e l’approfondimento scientifico delle discipline antropologiche. Nelle otto sale è illustrata l’identità antropologica e la continuità nei secoli della cultura regionale. Le testimonianze vanno dal Paleolitico alla dominazione longobarda, e consistono in una ricca collezione di utensili, arredi, mezzi di trasporto e vesti della cultura agro-pastorale dell’Abruzzo.
MUSEO VILLA URANIA
Via Piave, 139
Villa Urania, leggiadra costruzione in stile Liberty, ospita una splendida collezione di maioliche, dal XVI al XIX secolo, realizzate a Castelli, paesino ai piedi del Gran Sasso. La raccolta è stata curata – a partire dagli anni ’50 – da Raffaele Paparella Treccia e dalla moglie Margherita Devlet. Sono circa 140 pezzi che documentano lo sviluppo della produzione castellana, dal cosiddetto stile “compendiario”, caratterizzato da forme semplici e da pochi colori, tra i quali prevaleva il "bianco di Castelli", e il sei-settecentesco stile "istoriato", che ebbe i suoi massimi esponenti in Francesco e Carlo Antonio Grue.
Condividi "Musei di Pescara" su facebook o altri social media!