Login / Registrazione
Giovedì 8 Dicembre 2016, Immacolata concezione
follow us! @travelitalia

Museo Capitolare

Perugia / Italia
Vota Museo Capitolare!
attualmente: 08.00/10 su 5 voti
Il Museo, attiguo alla Cattedrale di San Lorenzo di Perugia, è denominato Capitolare perché voluto dal Capitolo della Cattedrale, ossia da quel collegio di sacerdoti detti Canonici, adibito al culto in Duomo e in molte parti della città. Dai Canonici, la cui esistenza è documentata a Perugia fin dall'XI secolo, traggono appellativo le loro abitazioni, dette, appunto, Canoniche. Proprio in una parte di questi edifici sorse, nel 1923, l’originario Museo Capitolare, concentrato in poche stanze. A fine anni Ottanta, i locali espositivi sono stati chiusi al pubblico e, dai lavori di scavo nell'area sotto l'attuale biglietteria, sono riemersi notevoli ambienti sotterranei, con stratificazioni strutturali del sito dal periodo etrusco-romano a quello medievale. Da una parte, dunque, lo spazio espositivo ne è risultato notevolmente ampliato; dall’altra, al patrimonio museale si sono, nel frattempo, aggiunte nuove opere d’arte.
Dalla riapertura, avvenuta nel 2000, il percorso di visita si articola in venticinque sale disposte su due piani, di cui uno sotterraneo. Allestito con opere d’arte e arredi liturgici provenienti da chiese della diocesi, dal duomo e da donazioni, il museo conserva numerosi pezzi del Trecento e Quattrocento che testimoniano l’intensa attività artistica di cui la città fu protagonista. Si possono ammirare codici miniati tra cui Evangelari ed Antifonari; paramenti ed argenteria del XIII sec. La ricca pinacoteca è seconda a Perugia, per quantità di opere, solo alla Galleria Nazionale dell’Umbria; vi primeggia la Pala di Sant’Onofrio dipinta da Luca Signorelli nel 1484 per la Cattedrale, unica opera del maestro cortonese per la città di Perugia. Sono presenti artisti della bottega di Arnolfo di Cambio, di Giovanni Pisano, opere di Agnolo Daddi, Bernardino di Mariotto, Meo da Siena, Giannicola di Paolo, di Bartolomeo Caporali; in particolare, sono esposti pregevoli dipinti tra cui la Pietà di Bartolomeo Caporali, il trittico di Meo da Siena, la pala di Pompeo Cocchi. Per il primo manierismo e il Seicento sono presenti lavori del Danti, dello Scaramuccia, del Batini. Inoltre è rappresentato il Settecento fino alle tendenze della fine del diciannovesimo secolo.
Condividi "Museo Capitolare" su facebook o altri social media!