Login / Registrazione
Giovedì 8 Dicembre 2016, Immacolata concezione
follow us! @travelitalia

Palazzo Mezzabarba

Pavia / Italia
Vota Palazzo Mezzabarba!
attualmente: 07.67/10 su 6 voti
Eretto nel periodo 1728-30 su disegno dell'architetto pavese G. A. Veneroni, Palazzo Mezzabarba è sede del Comune di Pavia, e costituisce forse il più bel palazzo rococò di tutta la Lombardia.
La facciata, con due torrette campanarie legate da una balaustra, è una delle più felici invenzioni del Veneroni. La facciata consta di tre piani fuori terra, ed è scandita da paraste verticali, di lieve aggetto, che salgono dallo zoccolo sino al cornicione. Al piano terreno sono due maestosi portali simmetrici, sovrastati da graziose balconate. Al piano superiore sono notevoli le ampie finestre coi capricciosi cappelli e balconcini.
L'interno, a pianta ellittica, conserva due pregevoli affreschi laterali del Magatti: l'Immacolata Concezione e San Carlo Borromeo. L'affresco della volta, coi santi titolari, è del milanese Bianchi. Attraverso il solenne atrio porticato e il nobile vestibolo si accede allo scalone, e quindi al gran salone da ballo, oggi aula consiliare del Comune. II salone, ricchissimo di stucchi e dorature, presenta nelle pareti laterali due pregevoli affreschi, del cremonese G. A. Borroni, rappresentanti Diana cacciatrice e Atteone trasformato in cervo. II soffitto è occupato da un altro grandioso affresco del Borroni rappresentante la Virtù che trionfa sul Vizio. Dello stesso artista sono ali altri affreschi a monocromo sulle pareti. Le volte e le pareti laterali delle altre sale del palazzo sono decorate da stucchi, dorature, quadrature e affreschi di grande prestigio. Questi ultimi sono opera, in parte, del varesino P. A. Magattì e della sua scuola, mentre gli altri appartengono a mani diverse.
Notevole è pure la cappella domestica dedicata ai Santi Guirico e Giuiitta, eretta dai conti Mezzabarba nel 1734.
Condividi "Palazzo Mezzabarba" su facebook o altri social media!