Login / Registrazione
Lunedì 26 Settembre 2016, SS. Cosma e Damiano
follow us! @travelitalia

Parco Ducale

Parma / Italia
Vota Parco Ducale!
attualmente: 08.91/10 su 22 voti
Nel cuore del centro storico, oltre il torrente Parma, si stende il verde incanto del Parco Ducale, voluto dal duca Ottavio Farnese. Verso la metà el Cinquecento, il duca iniziò ad acquistare i terreni prossimi al "Castello" e incaricò il Vignola di progettarne la sistemazione. Nel 1561 il Vignola disegnò il giardino, ispirandosi alle architetture verdi delle ville romane.
Nel 1690, in occasione delle nozze tra Odoardo Farnese e Dorotea Sofia di Neuburg, fu scavata la peschiera, ancor oggi esistente, con al centro un isolotto, sul quale nel 1920 sarà collocata la settecentesca fontana del Trianon, proveniente dal Giardino del Palazzo Ducale di Colorno.
A metà del Settecento, estinta la Casata dei Farnese, il parco versa in stato di degrado e abbandono. Il ministro dei Borbone, Du Tillot, affida la direzione dei lavori all'architetto Petitot, e questi si avvale degli studi del maggior specialista di Francia nell'architettura dei giardini: Pierre Costant d'Ivry. Il Parco assume così un'impronta tipicamente francese, ancora oggi riscontrabile. L'opera di risistemazione e riqualificazione è portata a compimento con la posa di dieci statue in marmo, due gruppi plastici e alcuni vasi, scolpiti da Jean Baptiste Boudard tra il 1753 e il 1766.
Sempre a Petitot viene poi commissionato il progetto del boschetto e del tempietto di Arcadia, luogo in cui - nel 1769 - si celebrano i festeggiamenti per le nozze del duca don Ferdinando di Borbone con Maria Amalia d'Asburgo.
Nuove modifiche e la creazione di zone "all'inglese" si registrano durante il ducato di Maria Luigia d'Austria finché il grande parco, dopo l'Unità d'Italia, diviene di proprietà comunale e aperto al pubblico. L'ultimo "maquillage" del giardino in ordine di tempo viene fatto nel 1920 su progetti dello scenografo Carmignani. Un impegnativo progetto di restauro impostato su basi storiche è in corso di realizzazione: si vuole, a buon diritto, che il Parco Ducale torni ad essere luogo di civiltà, dove si fondono la quiete della natura e il fascino dell'arte, per le passeggiate, i divertimenti e la crescita culturale del visitatore.
Condividi "Parco Ducale" su facebook o altri social media!