Login / Registrazione
Venerdì 30 Settembre 2016, San Girolamo
follow us! @travelitalia

Casa Museo Toscanini

Parma / Italia
Vota Casa Museo Toscanini!
attualmente: 10.00/10 su 1 voti
Nel 1967, in occasione del centenario della nascita, è stata aperta in Borgo Tanzi la Casa natale di Arturo Toscanini, trasformata in museo. L’edificio è stato recentemente ristrutturato per consentire l’accesso a tutti e dotato delle più moderne tecnologie per la salvaguardia dei documenti, mentre la parte espositiva è stata ripensata in modo da offrire ai visitatori la possibilità di conoscere in modo organico la vicenda umana e artistica del più grande tra i direttori d’orchestra.
Il nucleo principale del museo è formato dal lascito di documenti, immagini e cimeli che la famiglia Toscanini donò al comune di Parma. Tutto il materiale - arricchito da molte testimonianze raccolte in Italia e all’estero - proviene sia dalla casa milanese di Via Durini, sia dalla villa americana di Riverdale, dove Toscanini morì nel 1957. Il percorso museale è assai suggestivo e ricostruisce rigorosamente la vita del Maestro: dal suo rapporto con Parma alle relazioni con i compositori più amati. Il tutto è supportato da tecnologie multimediali d’avanguardia, con un bel documentario finale che - utilizzando materiale d’epoca e testimonianze dei discendenti artistici di Toscanini - dipinge un quadro avvincente del mondo toscaniniano.
Arturo Toscanini nasce a Parma nel 1867 e inizia la sua carriera come violoncellista. Si afferma come direttore d'orchestra a Rio de Janeiro nel 1889 e solo nove anni dopo è direttore del Teatro alla Scala di Milano. Rimane in Italia fino al 1903, quando si trasferisce al Metropolitan di New York, dove rimane fino alla prima guerra mondiale. Il suo ritorno in Italia durò poco; decise infatti di trasferirsi in America per dissensi con il regime fascista, e vi rimase fino alla morte, dirigendo la Filarmonica di New York e, dal 1936, l'orchestra della NBC. Toscanini è considerato uno dei maggiori direttori d’orchestra del Novecento, per la precisione ed il rigore delle sue interpretazioni: in particolare, egli è stato un grande interprete delle opere di Verdi, Wagner, Beethoven, Brahms.
Condividi "Casa Museo Toscanini" su facebook o altri social media!