Login / Registrazione
Lunedì 26 Settembre 2016, SS. Cosma e Damiano
follow us! @travelitalia

Biblioteca Palatina

Parma / Italia
Vota Biblioteca Palatina!
attualmente: senza voti.
La Biblioteca Palatina fu fondata nel Settecento per la munificenza di Filippo e Ferdinando di Borbone e fu voluta dal potente e illuminato ministro Du Tillot. La realizzazione e l’impostazione biblioteconomica della Palatina sono opera del bibliotecario Paolo M. Paciaudi, religioso teatino originario del Piemonte. Ospitata fin dall’inizio nel Palazzo della Pilotta, la Biblioteca ha avuto nel tempo diversi nomi: dal 1768 gode del diritto di stampa ed è stata la prima biblioteca italiana a adottare un catalogo per autori a schede mobili.
Nelle eleganti scaffalature in legno disegnate da E. A. Petitot, trova posto il materiale bibliografico che forma il vero patrimonio della Palatina. Il materiale è suddiviso in sei classi principali: teologia, nomologia, filosofia, istoria, filologia, arti liberali. La Biblioteca ha via via acquisito raccolte di grandissimo valore culturale, bibliografico, artistico, soprattutto per opera di Angelo Pezzana, sotto la cui direzione fu eretto - nell’Ottocento - il Salone di lettura "Maria Luigia".
Nel 1889, presso il locale Conservatorio, è stata costituita una Sezione Musicale della Biblioteca, che unisce i fondi musicali della Palatina con quelli della Regia Scuola di Musica. La Biblioteca ospita il Museo Bodoniano.
Condividi "Biblioteca Palatina" su facebook o altri social media!