Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Oratorio di Santa Cita (Oratorio del Rosario in Santa Cita)

Palermo / Italia
Vota Oratorio di Santa Cita (Oratorio del Rosario in Santa Cita)!
attualmente: 08.67/10 su 6 voti
Fu realizzato nel Seicento dalla Compagnia del Rosario in Santa Cita, di fianco alla chiesa omonima. L’Oratorio - orientato ad esaltare l’intervento della Madonna nella lotta fra cristiani ed infedeli - è il capolavoro di Giacomo Serpotta, massimo decoratore barocco dell’epoca, che vi lavorò dal 1685 al 1690 circa. Incaricato di decorare in stucco il vasto ambiente, il Serpotta vi inserisce i quindici Misteri del Rosario, la raffigurazione della Battaglia di Lepanto e numerose statue allegoriche di Virtù. La sua freschezza nella composizione e l’eccezionale inventiva si notano particolarmente nei putti che animano la stupenda controfacciata. Lungi dal restare semplici figure marginali, essi diventano presenze vive della sacra rappresentazione: sembrano interpretare giocosamente gli episodi evangelici dei Misteri, sdrammatizzandoli con un richiamo al sorriso. Anche la Battaglia di Lepanto, ormai vinta, viene descritta “guardando in avanti”: la scena sembra indicare che - dopo la conquista - la cristianità deve rinascere e ricostruire. Insomma, dagli stucchi serpottiani sprizza la luce e la speranza. L'altare è delimitato da raffinate cantorie ornate di angeli, ed arricchito da una tela di Carlo Maratta, "Madonna col Rosario".
Nel 1717 Serpotta tornò a decorare il presbiterio con le due statue di Giuditta e Ester, frutto del suo nuovo stile maturo appena mostrato nel vicino oratorio del Rosario in San Domenico. Il recente restauro ha rivelato la presenza di interessantissimi disegni autografi del Serpotta sulle pareti dell'oratorio.
Condividi "Oratorio di Santa Cita (Oratorio del Rosario in Santa Cita)" su facebook o altri social media!