Login / Registrazione
Sabato 10 Dicembre 2016, Madonna di Loreto
follow us! @travelitalia

Museo d'Arte e Archeologia (Ignazio Mormino)

Palermo / Italia
Vota Museo d'Arte e Archeologia (Ignazio Mormino)!
attualmente: 02.00/10 su 1 voti
Il museo ha sede presso la raffinata Villa Zito, costruzione neoclassica eretta ai primi del Settecento e rimasta dimora storica dei Principi di Carini fino a metà Ottocento. Ceduta a Francesco Zito, la villa - negli anni ’20 - fu acquistata dal Banco di Sicilia.
Dopo la seconda guerra mondiale, il Banco cominciò a sostenere concretamente l’archeologia siciliana. In quest’ottica, chiese ed ottenne di avere in temporaneo deposito alcuni pezzi archeologici. Il Ministero della Pubblica Istruzione assegnò al Banco ben 320 pezzi, provenienti quasi tutti da necropoli siciliane e, specialmente, da Selinunte. Questi pezzi - raffiguranti usi e costumi della gente siciliana - furono esposti in apposite vetrine, in locali che il Banco destinò subito a Museo aperto al pubblico: furono la prima dotazione del Museo, intitolato ad Ignazio Mormino. Il patrimonio del Museo continuò ad accrescersi, per quantità e qualità, attraverso varie acquisizioni. In sintesi, il Museo contiene:

  • La collezione archeologica, indubbiamente la più importante, che comprende i reperti degli scavi effettuati a Selinunte, Imera, Solunto e a Terravecchia di Cuti;
  • La collezione di ceramiche, che rappresenta una cospicua documentazione di maioliche siciliane, riconducibili principalmente ai secoli XVI, XVII e XVIII.
  • Una collezione numismatica comprendente una raccolta di monete, un gruppo di medaglie riguardanti la Sicilia e una biblioteca numismatica, che, tra l’altro, include tutti i libri che il Re Vittorio Emanuele III conservò con cura, essendo un appassionato collezionista.
  • Un settore dedicato alla Filatelia, che presenta antiche stampe risalenti al Regno delle Due Sicilie, carte geografiche, antichi francobolli e piante di città siciliane dal Seicento all’Ottocento.


All'interno del museo non mancano due strumenti basilari per il corretto funzionamento di una moderna struttura museale: una Fototeca e una Biblioteca. Quest'ultima contiene rarità preziose, uno schedario che racchiude un’ingente quantità di voci relative ad opere stampate in Italia e all'estero, dei repertori bibliografici del Narbone e del Mira, i dizionari del Traina e del Mortillaro e quant'altro di pari valore è stato pubblicato in Italia e all'estero nel campo dell'Archeologia e della Storia dell'Arte.
Condividi "Museo d'Arte e Archeologia (Ignazio Mormino)" su facebook o altri social media!