Login / Registrazione
Giovedì 29 Settembre 2016, SS. Michele, Gabriele e Raffaele
follow us! @travelitalia

Orto Botanico

Padova / Italia
Vota Orto Botanico!
attualmente: 08.40/10 su 5 voti
L'Orto Botanico di Padova sorge lungo il canale dell’Alicorno e, attualmente, si stende su una superficie di quasi 22 mila metri quadrati. Fondato nel 1545, è il più antico orto botanico universitario ancora esistente al mondo. Fu istituito dal Senato della Serenissima, per la coltivazione delle piante medicinali, che allora costituivano la maggioranza dei "semplici", ossia dei medicamenti che provenivano direttamente dalla natura. Per questo motivo, i primi orti botanici si chiamavano “giardini dei Semplici”. La realizzazione fu affidata all’architetto Andrea Moroni, che si avvalse dell’aiuto dell’umanista Daniele Barbaro. La struttura è circondata da un muro circolare, costruito nel 1552 per arginare i furti di erbe medicinali. All'interno quattro spalti sono a loro volta suddivisi in aiuole. Al centro una piscina per le piante acquatiche viene alimentata da un fiotto d'acqua calda proveniente da una falda posta trecento metri sotto il livello dell'orto.
Il primo "custode" dell'Orto, Luigi Squalermo, detto Anguillara, fece piantare un gran numero di piante (circa 1800): oggi - tra viali, aiuole, vasche e serre - l'Orto ne contiene circa 7.500. Spicca la palma di Goethe, vista nel 1786 dal poeta tedesco, appassionato di botanica.
L'Orto ha contribuito all'evoluzione della Botanica da scienza applicata alla medicina, alle varie branche attuali. Inoltre, ha contribuito all'introduzione e alla diffusione in Italia di numerose piante esotiche, alcune delle quali molto note, come la patata, il girasole, il lillà, il rabarbaro, il ciclamino persiano, per un totale di circa 70 specie. Una specifica raccolta, collocata di fronte alle serre, documenta queste introduzioni, che sono esposte in ordine cronologico.
Come altre istituzioni analoghe - in Italia e all’estero - l'Orto Botanico di Padova svolge un’intensa attività didattica e divulgativa, varie attività di ricerca e si interessa alla conservazione di specie rare e minacciate. Annesse all'Orto si sono costituiti la biblioteca, l'erbario e vari laboratori.
Nel 1997 l'Orto Botanico è stato iscritto sulla Lista del Patrimonio mondiale dell'UNESCO.
Condividi "Orto Botanico" su facebook o altri social media!