Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Teatro Comunale

Orvieto / Italia
Vota Teatro Comunale!
attualmente: senza voti.
Il Teatro Comunale è intitolato a Luigi Mancinelli, orvietano, insigne compositore e direttore d'orchestra. E’ uno dei più interessanti teatri italiani dell'Ottocento, noto per la sua particolare eleganza ma, soprattutto, per una qualità acustica eccezionale. Fu edificato per volontà di alcuni orvietani che costituirono un Consorzio Teatrale per costruire un monumento in stile moderno, all'altezza di quelli antichi. Dopo un primo progetto commissionato all'architetto Giovanni Santini nel 1841, fu Virginio Vespignani a riprogettare l'edificio e a portare a termine i lavori. Il teatro fu inaugurato il 19 maggio 1866, quando i soci ne fecero dono al comune, riservandosi un palco per ciascuno.
L’edificio è maestoso ed elegante. La facciata si eleva dal suolo sopra sei gradini ed è divisa da due ordini di portici: l'inferiore, che costituisce l'atrio del teatro, è chiuso da una cancellata; il superiore, che serve da galleria, è chiuso da grandi invetriate. Questi portici hanno sette archi. Dall'atrio penetrati nel vestibolo, assai elegante, ci si presentano due scalate conducenti ai palchi, e l'ingresso alla platea.
I palchi, 21 per ciascun ordine, sono riccamente adornati. Sul soffitto della platea sono raffigurate le dodici ore; nella bocca d'opera sono riprodotte le tre muse Melpomene, Euterpe e Talia; il meraviglioso sipario, realizzato nel 1808 in soli 40 giorni, rappresenta Belisario che libera Orvieto dai Goti: un vero capolavoro. I dipinti sono opera dell'orvietano C. Fracassini, mentre le decorazioni sono di A. Angelini, dell'Accademia di San Luca.
Restaurato di recente, il teatro conosce una vigorosa ripresa, sia per la qualità degli spettacoli, sia per la partecipazione dei cittadini, legati all’attività teatrale da un'antica e viva tradizione.
Condividi "Teatro Comunale" su facebook o altri social media!