Login / Registrazione
Giovedì 8 Dicembre 2016, Immacolata concezione
follow us! @travelitalia

Palazzo del Capitano del Popolo

Orvieto / Italia
Vota Palazzo del Capitano del Popolo!
attualmente: 07.71/10 su 7 voti
Sorge sulla piazza omonima, al centro di Orvieto. Costruito interamente in tufo – e da architetto ignoto – l’edificio è in stile romanico-gotico, caratteristico della prima fase del libero Comune. Per opulenza, per linearità e bellezza di costruzione, per le memorie storiche che esso rievoca, il Palazzo è considerato, dopo il Duomo, l'edificio più importante di Orvieto. Qui ebbero residenza i vari Capitani del Popolo, i Podestà e la magistratura dei Signori Sette. Da questo palazzo, in tempo di guerra, uscivano gli armati in difesa della città. Qui erano celebrate le cerimonie di giuramento e di sottomissione dei castelli e delle città vinte e sempre qui, nel 1375, il Comune di Orvieto si sottomise alla chiesa.
La costruzione ebbe inizio intorno al 1280, sull’area in cui esisteva il Palazzo Papale fatto edificare da Adriano IV nel 1157: la torre campanaria fu aggiunta nel 1315. Dal 1463 ospitò nella parte inferiore il Monte di Pietà. Nel 1472 fu realizzata la copertura della parte superiore, e il vasto ambiente fu diviso in due sale, una grande e bella, che corrisponde all'incirca all'attuale Sala dei Quattrocento, ed una più piccola. Nel 1578 la parte superiore fu adibita a teatro. Pochi anni dopo una sala della parte inferiore fu assegnata allo Studium (Università), ma già nel 1651 vi si trasferì il Monte Frumentario e dell’Università si perse ogni traccia.
La parte più caratteristica dell’edificio sono le belle finestre ornate da una spaziosa scacchiera, ornamento tipico di Orvieto. Si accede al piano nobile per mezzo di una vasta scala esterna che dà adito ad un terrazzo, che prospetta sulla piazza e su cui s'apre la porta principale. Per questa si entra in un ampio salone, con avanzi di antichi affreschi che riproducono le armi dei capitani del popolo. In fondo al salone, dove si tenevano i Consigli del Comune, erano le stanze del capitano. La parte posteriore del palazzo è meglio conservata. Alla fine dell’Ottocento, il palazzo è stato restaurato dall'architetto Zampi. Dopo il restauro del 1987-1989 il Palazzo ospita l’Archivio Storico del Comune e viene utilizzato come centro congressi.
Condividi "Palazzo del Capitano del Popolo" su facebook o altri social media!