Login / Registrazione
Sabato 20 Dicembre 2014, San Zefirino
follow us! @travelitalia

Musei di Orvieto

Orvieto / Italia
Vota Musei di Orvieto!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE
c/o Palazzo Papale
Piazza del Duomo

Il Museo si trova presso il Palazzo Papale (XI secolo), che fu sede del primo vescovado di Orvieto. I reperti, ordinati con criterio topografico, quindi secondo la provenienza, derivano in parte dalla sezione archeologica del Museo dell’Opera del Duomo, in parte dalle vicine necropoli etrusche del Crocefisso del Tufo, di Cannicella e di Settecamini. In particolare, si possono ammirare alcune preziose pitture parietali provenienti dalle c.d. Tombe Golini del IV secolo a.C., che raffigurano scene conviviali e processioni propiziatorie, nonché corredi di sepolture scoperte più di recente.

MUSEO”CLAUDIO FAINA”
c/o Palazzo Faina
Piazza del Duomo, 29

Il Museo conserva una stupenda collezione di reperti etruschi. Iniziata nel 1864 da Mario ed Eugenio Faina, la raccolta fu via via incrementata con acquisti sul mercato antiquario e con scavi diretti. Nel 1954, Claudio Faina donò al Comune di Orvieto le sue proprietà: si costituì la Fondazione per il Museo Claudio Faina e l’edificio divenne sede museale.
Sono esposti reperti provenienti soprattutto dalle necropoli orvietane: ossuari villanoviani ed etruschi, vasellame, ceramiche, ex voto e statuette fittili, maschere, buccheri, candelabri, bronzetti italici, asce, punte di lance, ossi e avori lavorati, placchette, pettini, vasetti di vetro cosiddetti "spinati". E poi: specchi incisi, un carrello rituale in bronzo, un vaso con cavalli, trovato nella Necropoli di Cannicella, anfore e vasi volsiniesi fra cui i tre del gruppo di Vanth, con scene del passaggio dalla Vita all’Aldilà.

MUSEO DELL’OPERA DEL DUOMO
c/o Palazzo dell’Opera del Duomo e Palazzo Soliano
Piazza del Duomo

Si divide in due sezioni, entrambe situate in Piazza del Duomo:
  • La prima ha sede nel Palazzo dell’Opera del Duomo. Qui si conservano i disegni, i progetti e gli studi relativi all’erezione della Cattedrale, a cominciare da quello di base. Nelle sale sono poi esposti capolavori due-trecenteschi: opere di Coppo di Marcovaldo, Lippo Vanni, Spinello Aretino, di Andrea Pisano e due polittici di Simone Martini.
  • La seconda sezione, aperta di recente, è ospitata presso Palazzo Soliano e comprende opere rinascimentali, manieriste e del Sette ed Ottocento. Oltre alle pregevoli tele di Giovanni Lanfranco, Girolamo Muziano, Federico Zuccari e del Pomarancio, sono esposti vari disegni di Cesare Nebbia, una preziosa raccolta dei disegni di Ippolito Scalza e le notevoli sculture manieriste degli Apostoli e Santi, provenienti dal Duomo. Fra queste ultime spicca la celebre Annunciazione di Francesco Mochi.


MUSEO “EMILIO GRECO”
c/o Palazzo Soliano
Piazza del Duomo

Il Museo, inaugurato nel 1991, si trova al pianterreno di trecentesco Palazzo Soliano. E’ dedicato ad Emilio Greco (1913-1995), uno fra i maggiori scultori italiani contemporanei, che ha scolpito in bronzo le maestose imposte della porta centrale del Duomo di Orvieto. Di Emilio Greco il Museo conserva un centinaio di pregevoli opere, da lui stesso donate al Comune: si tratta di 32 sculture, 60 grafiche, tre litografie, acqueforti e disegni), che ripercorrono il percorso artistico dell’autore.
Condividi "Musei di Orvieto" su facebook o altri social media!

Commenti