Login / Registrazione
Sabato 24 Settembre 2016, Beata Vergine Maria della Mercede
follow us! @travelitalia

Chiesa di San Domenico

Orvieto / Italia
Vota Chiesa di San Domenico!
attualmente: 06.67/10 su 3 voti
Il complesso di San Domenico (chiesa e convento), sorge in piazza XXIX Marzo. La costruzione ebbe inizio nel 1233, sull’area dove sorgeva un tempio marmoreo dedicato a Minerva, e fu poi eretta l'antica parrocchiale di Santa Pace. Dopo la canonizzazione di Domenico di Guzmàn, fondatore dell’ordine dei domenicani, il tempio fu dedicato al nuovo Santo nel 1234. La chiesa fu rifatta e ridotta d'ampiezza nel Seicento. Rimangono ancora tracce dell'antico edificio in alcune finestre chiuse, in vari capitelli, nelle volte a crociera ecc., e del convento in eleganti capitelli ionici del chiostro. La grande costruzione a tre navate fu in buona parte abbattuta nel 1932, per creare l'Accademia Femminile di Educazione Fisica. Di essa resta solo la parte absidale e del transetto.
L'interno è a navata unica, con pareti bianche. Notevoli sono, nella cappella di San Pietro Martire, i resti di affreschi del XIV e XV secolo, che raffigurano Maria con Gesù, San Pietro Martire, Sant'Antonio, San Giovanni e San Domenico. La cappella di San Giorgio ospita anch’essa un affresco del XIV secolo, raffigurante la Vergine col Bambino. Nella cappella del Crocifisso si conservano un antico crocifisso in legno e la cattedra da cui San Tommaso d’Aquino teneva le sue famose lezioni di teologia, negli anni trascorsi ad Orvieto (1263-1264). Spicca per finissima eleganza il monumento funebre del cardinale Guglielmo di Braye, realizzato da Arnolfo di Cambio alla fine del Duecento, che presenta colonnine e interpilastri decorati a mosaico. In un sotterraneo, sotto il coro della chiesa, si trova infine la cinquecentesca cappella sepolcrale, costruita dal Sanmicheli, su commissione di Girolamo Petrucci: splendida e ottagonale, la cappella è decorata da colonnine con capitelli dorici, ed è coperta con una volta a botte.
Condividi "Chiesa di San Domenico" su facebook o altri social media!