Login / Registrazione
Domenica 4 Dicembre 2016, San Giovanni Damasceno
follow us! @travelitalia

Broletto

Novara / Italia
Vota Broletto!
attualmente: 09.00/10 su 4 voti
Situato in Via Fratelli Rosselli, il Broletto rappresenta per Novara uno dei luoghi centrali della storia e dell’identità cittadina, oltre ad essere luogo di passaggio, sede di mostre, eventi e spettacoli e d’identità civica. Il complesso, ubicato nel centro storico, è formato da quattro costruzioni perimetrali a un cortile e realizzate in epoche diverse: Palazzo dell’Arengo, Palazzo dei Paratici, Palazzo dei Referendari, Palazzo del Podestà.
Il termine broletto che deriva dal latino brolo, significa cortile. Infatti, prima dell’edificazione del palazzo, questa era un’area libera dove si svolgeva il mercato. In epoca medievale il Broletto funzionava come centro amministrativo comunale: qui si svolgevano le assemblee e si amministrava la giustizia. Il complesso architettonico è formato da quattro corpi disposti attorno ad un cortile, costruiti in momenti successivi a seconda della necessità, e non facilmente databili. Il palazzo rappresenta un esempio di architettura romanica caratterizzata da una ricerca di stabilità e solidità. Costruito in mattoni, ha una facciata con pochissime decorazioni; le finestre e gli elementi in cotto sono stati messi in risalto dai recenti lavori di restauro. Il piano terreno è costituito da un porticato con archi a tutto sesto, che ha avuto molta importanza nella vita della città: sotto di esso, in età medioevale, erano i banchi dei magistrati che dirimevano le cause civili.
Con i lavori di restauro e recupero conservativo interno del Palazzo dell’Arengo, eseguiti nel 2005, è stato realizzato un nuovo ingresso con uno spazio di accoglienza al pubblico, la realizzazione di una nuova scala e di un ascensore di collegamento tra il pianterreno e il primo piano, per approdare nell’ampio Salone dell’Arengo adibito a sala espositiva.
L’intero complesso, così strutturato, accoglie la prestigiosa Galleria d’Arte Moderna “Paolo e Adele Giannoni”, la sezione archeologica “Remo Fumagalli” del Museo Novarese di Arte e Storia, e il Museo Lapidario.
Condividi "Broletto" su facebook o altri social media!