Login / Registrazione
Lunedì 26 Settembre 2016, SS. Cosma e Damiano
follow us! @travelitalia

Storia di Napoli

Napoli è città antichissima: le sue origini risalgono al IX secolo a.c. quando venne fondata la città di Partenope nell'area dove oggi sorge Castel dell'Ovo. Nel VI secolo a.c. questa città fu abbandonata, assumendo così; il nome di "Palepolis" (città vecchia), e nella zona adiacente fu fondata "Neapolis", che significa appunto città nuova.
Sotto il dominio dell'Impero Romano, la città di Napoli conobbe un periodo di prosperità economica e culturale. La bellezza delle sue coste rese questi luoghi una meta di villeggiatura molto ambita. Le lussuose terme sorte nei dintorni di Napoli divennero celebri in tutto l'Impero conquistando personalità politiche e intellettuali come Cicerone e Virgilio.
Dopo la caduta dell'Impero Romano, Napoli divenne ducato autonomo di Bisanzio (763 d.c.), assumendo un ruolo d'importanza fondamentale per la conservazione dei domini bizantini in Italia. L'autonomia sotto Bisanzio dura quasi quattro secoli, nel corso dei quali la città partenopea sviluppa ulteriormente le sue attività economiche e culturali.
Ai Bizantini seguirono i Normanni con i quali Napoli fu annessa al Regno di Sicilia. I secoli successivi si alternarono tra pace e lotte, fino ad arrivare all'ascesa al trono dell'Imperatore Federico II, il quale diede vita ad un periodo molto fiorente dal punto di vista culturale che culminò con la fondazione dell'Università di Napoli (1224).
Quando prese il potere la dinastia angioina, la città ritornò ad essere capitale e si sviluppò ampiamente dal punto di vista urbanistico, demografico ed economico. Ma fu con gli Aragona che Napoli conobbe uno dei suoi periodi di massimo splendore artistico e culturale: vennero edificate chiese e monumenti e la città divenne il punto d'incontro per moltissimi artisti stranieri.
Nei secoli seguenti la città conobbe la dominazione spagnola, contro la quale il popolo, capeggiato da Masaniello, tentò invano di ribellarsi (1647).
Dopo un breve periodo di dominazione austriaca (1707-1734), Napoli divenne finalmente Regno autonomo, grazie a Carlo di Borbone.
Nel 1806, Napoleone assegnò il trono del Regno di Napoli al fratello Giuseppe Bonaparte, dando inizio al breve periodo francese della città partenopea (fino al 1815).
La restaurazione dei Borboni, che salirono sul trono del Regno delle due Sicilie, dopo alcuni anni viene resa vana da Garibaldi che nel 1860 entrò in città. Tramite un plebiscito popolare, Napoli viene annessa al Regno del Piemonte che nel 1870 divenne Regno d'Italia.
Condividi "Storia di Napoli" su facebook o altri social media!