Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Reggia e Museo Nazionale di Capodimonte

Napoli / Italia
Vota Reggia e Museo Nazionale di Capodimonte!
attualmente: 08.75/10 su 8 voti
La reggia fu voluta da Carlo III di Borbone, che intendeva con essa impreziosire la sua vasta riserva di caccia sulla verde collina di Capodimonte. La costruzione, su progetto di G. A. Medrano, cominciò nel 1738 e durò circa vent’anni, con gran ricercatezza di materiali e di rifiniture; completata la reggia, Carlo III vi trasferì la preziosa collezione Farnese, ereditata dalla madre. Il suo successore Ferdinando IV incaricò l'architetto Fuga di ampliare la reggia e risistemare il parco, con l'importante contributo di specialisti provenienti dal Real Orto Botanico; nel corso del decennio francese, le opere d'arte furono spostate nell'attuale Museo Nazionale, e la reggia divenne residenza di Gioacchino Murat, per poi tornare ad ospitare Ferdinando al suo ritorno sul trono napoletano. In questo periodo, i vasti cortili e gli ampi saloni vengono ulteriormente arricchiti, e il palazzo assume la sua fisionomia definitiva. Sotto i Savoia, la reggia di Capodimonte fu residenza e museo. Dal 1950 (anno d’istituzione del Museo Nazionale di Capodimonte) è solo museo. Ospita collezioni d’arte medioevale e moderna ed ha riaccolto la collezione Farnese.
La reggia è visitabile nei suoi saloni che ospitano, oltre agli antichi arredi, la notevole pinacoteca e collezioni di porcellane e oggetti preziosi. La visita si può estendere ai cortili e al vasto parco, con i suoi viali, i prati e le numerose specie arboree.
Condividi "Reggia e Museo Nazionale di Capodimonte" su facebook o altri social media!