Login / Registrazione
Lunedì 26 Settembre 2016, SS. Cosma e Damiano
follow us! @travelitalia

Basilica di San Paolo Maggiore

Napoli / Italia
Vota Basilica di San Paolo Maggiore!
attualmente: 10.00/10 su 1 voti
La chiesa si leva al sommo di una scalinata a doppia rampa, che coincide con la quota del tempio dei Dioscuri su cui fu costruita. Fu fondata tra VIII e IX secolo nella cella del luogo di culto romano, i cui resti risalgono a un restauro del I secolo d.C. voluto da Tiberio Giulio Tarso, liberto di Augusto. Dell’originale architettura restano frammenti di mura nel basamento risalenti al V secolo a.C. e un muro in opus reticulatum del III secolo d.C. alla base della scalea, nonché due colonne corinzie ai lati dell’ingresso, resti del portico esastilo crollato, unitamente al timpano e alla iscrizione dedicatoria, nel terremoto del 1688. In facciata sotto le statue di San Pietro e San Paolo, di Andrea Falcone, erano i torsi clamidati dei Dioscuri oggi conservati al Museo Archeologico Nazionale.
L’antica chiesa paleocristiana nel 1538 fu affidata ai Chierici Regolari Teatini. Tra il 1581 e il 1584 il pittore e architetto G.B. Cavagna, romano ma attivo a Napoli in quel tempo, diresse i lavori della nuova navata del transetto e dell’abside. Nel 1591, a causa del terremoto, il restauro fu affidato al frate teatino Grimaldi, architetto della comunità, il quale chiuse nei forti pilastri le colonne corinzie del tempio dei Dioscuri. Gli eventi bellici danneggiarono fortemente l’edificio, tanto da dover ricostruire completamente l’abside e la volta del transetto. La chiesa si presenta a croce latina con una grande navata con transetto e priva di cupola.
Condividi "Basilica di San Paolo Maggiore" su facebook o altri social media!