Login / Registrazione
Lunedì 26 Settembre 2016, SS. Cosma e Damiano
follow us! @travelitalia

Rifugio G. Chierego

Monte Baldo / Italia
Vota Rifugio G. Chierego!
attualmente: 06.53/10 su 60 voti
Dopo anni di chiusura ha riaperto i battenti il rifugio Cai Giovanni Chierego completamente ricostruito e rinnovato. Il rifugio è situato in uno dei punti più suggestivi e panoramici della cresta del Monte Baldo. Collocato ai piedi di cima Costabella il Rifugio sorveglia dall’alto dei suoi 1911 metri d’altitudine sia la Val d’Adige, sia il Lago di Garda. Dalle sue finestre lo sguardo spazia su gran parte della Lessinia e sul monte Carega. A sud, dalle ampie vetrate, si può ammirare Verona e la pianura fino a scorgere,nei giorni migliori, gli Appennini. Più raramente si possono osservare il monte Rosa e il Monviso ad ovest, Venezia e la laguna veneta ad est.
Molto spesso di notte lo spettacolo è affascinante: attorno brillano le luci di città, paesi, e contrade vicine e lontane, in alto brilla il firmamento come oramai raramente ci capita di vedere.

OFFERTA E ORARI

Il Rifugio offre una cucina casalinga, parzialmente biologica, volta a preservare la tradizione culinaria locale e baldense. Dispone per la notte di ventiquattro accoglienti posti letto. Il Rifugio, ideale per compagnie e gruppi, è aperto tutto l’anno, anche se è buona cosa accertarsene telefonando o inviando un sms. Il Rifugio Chierego adotta i listini CAI quindi è possibile pernottare con 17 euro ed i prezzi della ristorazione, già buoni, sono pattuiti con i singoli gruppi, per questo solitamente prenotando è possibile spendere meno.

COME ARRIVARE

Il rifugio Giovanni Chierego è raggiungibile dalla località “le due pozze” di Prada di San Zeno di Montagna. La località “le due pozze”, ad un’ora di macchina da Verona, è facilmente raggiungibile. Cinquanta metri dopo il cartello di Prada si imbocca una stradina asfaltata sulla destra, che dopo 5 chilometri termina in un grande parcheggio. Il Chierego è a pochi chilometri. Una strada pedonale, sale attraverso una splendida faggeta e continua, più dolcemente, parallela alle creste del Baldo. Un percorso più corto, ma un po’ più impegnativo, lo si può imboccare sull’altro versante del Monte Baldo. Raggiunto il comune di Spiazzi chiedere di Malga Ime e proseguire per Malga Valfredda Crocetta. Qui inizia il sentiero Ottaviani. In un’ora, un’ora e mezza, si arriva al rifugio Chierego.

COME PRENOTARE

A causa del protarsi dei lavori di realizzazione dell’impianto telefonico attualmente gli unici numeri disponibili per informazioni e prenotazioni sono quelli dei cellulari dei gestori. Si consiglia, a causa della pessima ricezione, di inviare sms. Sarà cura dei gestori richiamare gli interessati.

Il Giovanni Chierego vuole essere il rifugio “personale” di tutti gli appassionati di montagna, di tutti gli spiriti innamorati della natura e di coloro che cercano un’oasi di tranquillità dove rifocillarsi, riposare o far cagnara. Percepire il rifugio come “patrimonio comune” renderà a tutti più naturale contribuire all’ordine generale, ad un uso parsimonioso dell’acqua e dell’elettricità, pazientare o collaborare ogni qual volta il servizio presenterà delle pecche.
Condividi "Rifugio G. Chierego" su facebook o altri social media!