Login / Registrazione
Venerdì 30 Settembre 2016, San Girolamo
follow us! @travelitalia

Piazza Grande

Modena / Italia
Vota Piazza Grande!
attualmente: 07.33/10 su 6 voti
La Piazza è il cuore di Modena, il fulcro della vita cittadina, il luogo in cui sono sorti - e ancora sussistono - i centri del potere politico, amministrativo e religioso. La Piazza - spazio quadrangolare creato nella seconda metà del XII secolo - è passata indenne attraverso i secoli ed è giunta ai nostri giorni praticamente intatta. Sulla Piazza prospettano gli edifici emblematici delle vicende cittadine, eretti poco dopo il Mille:

  • Duomo - Dopo la costruzione della primitiva basilica, che accoglieva le spoglie di San Geminiano, nel 1070 furono edificati il Palazzo del Vescovado e il Capitolo della Cattedrale con la sua scuola, che tra il X e il XII secolo si distinse per una cospicua produzione letteraria. Il Duomo, gioiello del romanico padano fu fondato dalla Comunità nel 1099, e dedicato a San Geminiano, patrono della città;
  • Palazzo Vescovile - Il Palazzo del Vescovo, strettamente legato alla Cattedrale, alla quale lo univa un passaggio privato, delimita il lato ovest della piazza. Costruito in mattoni, l’edificio subì una prima trasformazione alla fine del XV secolo e poi una successiva nel 1776, con l’aggiunta di un altro piano.
  • Ghirlandina - Coeva del Duomo, nata come torre comunale;
  • Palazzo Comunale - A cavallo del 1200, furono costruiti nel lato sud-est della Piazza il Palazzo Comunale e una serie di abitazioni adibite nel tempo ad attività artigianali, commerciali e municipali. Il vecchio e il nuovo Palazzo Comunale furono saldati in unico corpo dalla Torre dell’Orologio (XIII-XVI secolo), e armonizzati con una serie di portici e attraverso una rielaborazione della facciata. All'interno del Palazzo Comunale, si segnalano la Secchia Rapita - legata alle lotte comunali fra Modena e Bologna e cantata dal Tassoni - e le belle sale del Fuoco, del Vecchio Consiglio e degli Arazzi. Si segnalano inoltre: sul fianco del Duomo, la duecentesca Porta Regia voluta dal Comune come proprio ingresso; davanti al Palazzo Comunale, il grande masso in marmo rosso, chiamato Preda Ringadora e utilizzato - tra l’altro - dagli oratori nelle assemblee e per le esecuzioni capitali; le testimonianze del mercato che si teneva nella piazza, ossia le misure modenesi scolpite nelle absidi del Duomo e la statua della Bonissima sullo spigolo sud-ovest del Palazzo Comunale, già insegna dell'ufficio di controllo delle misure;
Condividi "Piazza Grande" su facebook o altri social media!