Login / Registrazione
Domenica 25 Settembre 2016, Sant'Aurelia
follow us! @travelitalia

La Bonissima

Modena / Italia
Vota La Bonissima!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
Così è chiamata la statua medievale incastonata nel Palazzo Comunale, sull’angolo tra Via Castellaro e Piazza Grande. La statua, eretta nella seconda metà del Duecento, è piccolina, ma tanto famosa da dar luogo al detto “conosciuto come la Buonissima”, per indicare una persona di grande notorietà. Non si sa chi fosse in realtà la donna rappresentata. Alcuni cultori di tradizioni popolari pensano ad una nobile dama che durante una carestia soccorse generosamente i concittadini; altri la ritengono una semplice fruttivendola; altri ancora son convinti che la statua rappresenti Matilde di Canossa, con in mano un melograno. Studi recenti e accreditati rilevano che - nelle cronache delle tre diverse collocazioni che la statua ha avuto nei secoli - esiste uno stretto collegamento fra la statua stessa e l'Officium bullettarum, o della Buona opinione. Il nome dato alla statua vien fatto risalire a quest’ufficio, che in antico era anche chiamato ufficio della “Bona Estima” (ossia della Buona Stima, in dialetto modenese “Bona esma”, poi “Bonesma” e quindi, in italiano “Bonissima”). Infatti, nel 1268 la statua era collocata sulla piazza di fronte a quest’ufficio, e poggiava su un marmo sorretto da quattro colonnine, su cui erano incise le misure. La figura femminile sarebbe dunque la garante simbolica dell’onestà delle misure, ossia la personificazione dell’ufficio della Buona opinione, o delle Bollette.
Condividi "La Bonissima" su facebook o altri social media!