Login / Registrazione
Martedì 6 Dicembre 2016, San Nicola
follow us! @travelitalia

Santuario di Montevergine

Messina / Italia
Vota Santuario di Montevergine!
attualmente: 04.00/10 su 3 voti
Prima del 1908 la Via dei Monasteri (oggi Via XXIV Maggio), ove sorge il Santuario di Montevergine , era una delle più importanti arterie urbane. In periodo greco-bizantino essa era denominata “dromo”, ossia corso per eccellenza, per la fascia di monasteri che la adornavano, formando un alto scenario per chi veniva dal mare.
Il monastero e la chiesa di Montevergine sorsero intorno al 1450 per volontà di Eustochia Calafato. La Chiesa era ad unica navata, abbellita con tarsie marmoree e grandi affreschi del soffitto di Letterio Paladino; il portale tardo cinquecentesco è da attribuire agli architetti Maffei (vicentini) che largamente operarono a Messina e nella Sicilia orientale. Nel tesoro sono conservati argenti assai pregevoli, tra cui anche un ricco ostensorio di del Seicento, realizzato dal messinese Sebastiano Juvarra.
La “basilica nuova”, costruita dopo il terremoto del 1908, è stata eretta dall'architetto romano Florestano di Fausto a partire dal 1952 e fu aperta al culto nel giorno dell'ascensione del 1961. È uno edificio in stile romanico modernizzato, a tre navate. Nella sua semplicità e purezza di linee architettoniche è un vero monumento di fede e di arte. In fondo alla navata centrale, sotto il tiburio, si apre l'ampio Presbiterio, fiancheggiato in alto da due matronei e dal maestoso organo. Sotto, il semplice e moderno coro in legno di noce e radica di olivo. Addossato alla parete di fondo si innalza il monumentale Trono dove è collocata la taumaturga immagine della Madonna. È una bellissima pittura, su due tavoloni di pino, della fine del sec. XIII: una delle più belle immagini di Madonne italiche. L'opera è comunemente attribuita a Montano d'Arezzo, pittore della corte angioina. Il Trono si compone di marmi pregiati policromi, antichi e moderni, e di statue e bassorilievi di bronzo, su uno sfondo di mosaico monocromo, opera di J. Hainal.
Condividi "Santuario di Montevergine" su facebook o altri social media!