Login / Registrazione
Martedì 6 Dicembre 2016, San Nicola
follow us! @travelitalia

Chiesa di San Giovanni di Malta

Messina / Italia
Vota Chiesa di San Giovanni di Malta!
attualmente: 07.00/10 su 8 voti
La struttura primitiva risale al 535: fu fondata dal monaco benedettino Placido, figlio del nobile romano Tertullo. Nel 541 Placido ricevette in visita i suoi fratelli Eutichio, Vittorino e Flavia che perirono con lui in seguito all'attacco dei saraceni. La Chiesa e un bellissimo palazzo in città ospitarono per lungo tempo il Gran Priorato dei Cavalieri di Malta, dopo che i Cavalieri stessi furono cacciati da Rodi nel 1136. Messina fu scelta come residenza del Grande Maestro, che qui restò fino al definitivo trasferimento dell’Ordine a Malta.
Il tempio fu ricostruito nel 1588, su disegno dell’architetto-scultore Jacopo Del Duca, allievo di Michelangelo: durante i lavori fu ritrovato il corpo di San Placido e, nel 1608, furono scoperti anche i resti dei fratelli.
Dopo il sisma del 1783, la Chiesa fu nuovamente ricostruita. Suddivisa in tre navate, conteneva diciannove altari, con lo stemma di Michele Paternò, Gran Priore dell'ordine dei cavalieri di Malta. Il terremoto del 1908 la rese impraticabile e solo sette dei diciannove altari si salvarono. Attualmente soltanto due di questi altari sono rimasti all'interno della chiesa, che custodisce le tombe dei santi sopra menzionati, e il sepolcro del grande scienziato messinese Francesco Maurolico.
La chiesa fu riaperta al culto nel 1925, ma poco resta del suo splendore di un tempo. Una parte dell’area è stata ceduta per la costruzione dell’attuale Palazzo della Prefettura.
Condividi "Chiesa di San Giovanni di Malta" su facebook o altri social media!