Login / Registrazione
Martedì 6 Dicembre 2016, San Nicola
follow us! @travelitalia

Musei di Matera

Matera / Italia
Vota Musei di Matera!
attualmente: 02.00/10 su 1 voti
CASA GROTTA DI VICO SOLITARIO
presso Piazza San Pietro
(Sasso Caveoso)

E’ una tipica abitazione dei Sassi di Matera. Abbandonata mezzo secolo fa, la piccola grotta è stata risistemata e trasformata in un museo. Vi sono esposti i mobili di un tempo, e la suddivisione dello spazio tramandata dalla tradizione. In particolare, si nota il focolare, la zona letto, il telaio per la filatura, lo spazio per gli animali domestici. La struttura presenta il vero ambiente in cui vivevano molti materani, fino a pochi decenni fa. Attualmente, la casa grotta è gestita dal Gruppo Teatro Matera.

MUSEO DELLA TORTURA E DEL MARTIRIO
Via San Rocco, 147

Contiene ed espone una collezione di oltre cento strumenti di tortura, alcuni davvero terribili, usati nel Cinquecento e nel Seicento, quando la tortura era legale. L’esposizione è impressionante e invita a riflettere sui tempi e le istituzioni che permettevano la violenza dell’uomo sull’uomo.

MUSEO NAZIONALE ARCHEOLOGICO “DOMENICO RIDOLA”
c/o Monastero di Santa Chiara
Via Ridola, 24

Istituito nel 1911, è il più antico museo della Basilicata e si articola in cinque sale. Il nucleo del patrimonio del museo è costituito dalla collezione di reperti preistorici e protostorici – oggetti litici e ceramiche, sarcofaghi, vasi, terrecotte, gioielli – portati alla luce dallo studioso Domenico Ridola, medico e senatore, a cavallo fra l’Ottocento e il Novecento. Gli scavi sono stati effettuati, soprattutto, nei territori materani di Ferrandina, Timmari, Serra d'Alto.
Il Museo espone anche reperti di età storica (VIII-III secolo a.C.), tra cui spiccano una bella stipe votiva, rinvenuta a Timmari, e una serie di vasi apuli e lucani a figure rosse, che comprende opere del Pittore di Dario e del Pittore di Amikos.
Una sala del Museo raccoglie, infine, vari manoscritti, documenti e cimeli che testimoniano l'attività di Domenico Ridola.

MUSEO NAZIONALE D’ARTE MEDIEVALE E MODERNA DELLA Basilicata
c/o Palazzo Lanfranchi
Piazzetta Pascoli

Aperto nel 2003, il Museo espone materiali diversi e di varia provenienza. Il percorso del museo si articola in quattro sezioni: Arte Sacra, Pinacoteca d'Errico, Arte Contemporanea, e la sezione Etno-antropologica.
  • La sezione Arte Sacra è formata da opere d'arte provenienti da varie chiese della regione. Alcune sono in esposizione permanente, altre fanno parte di prestiti finalizzati a esposizioni temporanee e particolari.
  • La Pinacoteca d’Errico espone circa 300 tele e 400 libri, con una settantina di tele di scuola napoletana del Sei e Settecento. In particolare, vi sono opere di P. Brill, M. Stanzione, F. Vitale, S. Rosa, F. Solimena, M. Preti e G. del Po’.
  • La sezione Arte Contemporanea espone alcuni dipinti di Carlo Levi, Luigi Guerricchio e Rocco Molinari. Le opere di Levi ne testimoniano il percorso artistico e personale; in quelle del Guerricchio si nota l’utilizzo di tecniche e materiali diversi; quelle del Molinari si riferiscono alla civiltà contadina.
  • La sezione Etno-antropologica raccoglie oggetti della cultura materiale e del vivere quotidiano in Lucania, fino alla metà del Novecento.
  • La Sala Levi, al piano terra, accoglie il grande pannello Lucania '61 che Carlo Levi dipinse per rappresentare la Basilicata alla mostra delle Regioni allestita a Torino in occasione del centenario dell'Unità d'Italia.

MUSMA - MUSEO DELLA SCULTURA CONTEMPORANEA c/o Palazzo Pomarici
Via San Giacomo
(Sasso Caveoso)

E’ stato realizzato ed è gestito dalla Fondazione Zétema. Le varie opere, circa 350, provengono da generosi lasciti di artisti, di collezionisti, di critici e di gallerie nazionali e internazionali. Vi sono esposte opere di scultori contemporanei, tra cui Cambellotti, Cascella, Consagra, Del Pezzo, Matta e altri. La collezione comprende sculture in diversi materiali, nonché disegni, incisioni, gioielli, medaglie, libri d'arte con incisioni originali.
Il Museo possiede inoltre una ricca raccolta – più di 5.000 volumi – di monografie, testi letterari e cataloghi d’arte, che formano la “Biblioteca Vanni Scheiwiller”.
Condividi "Musei di Matera" su facebook o altri social media!