Login / Registrazione
Domenica 25 Settembre 2016, Sant'Aurelia
follow us! @travelitalia

Musei e Gallerie di Mantova

Mantova / Italia
Vota Musei e Gallerie di Mantova!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
GALLERIA “ARTE E ARTI”
Via P. Fortunato Calvi, 28
La collezione rappresenta il patrimonio artistico della Camera di Commercio di Mantova ed è esposta nel bel Palazzo Andreani, sede della Camera stessa. La galleria comprende: un gruppo di notevoli dipinti antichi (Ritratti di Consoli, affreschi di Gerolamo di Giovanni da Camerino, Figure allegoriche di G. Anselmi e un settecentesco Cristo Morto di F. Campi), e una raccolta di quadri e sculture del Novecento, opera dei maggiori artisti mantovani.
GALLERIA STORICA DEI VIGILI DEL FUOCO
Largo Vigili del Fuoco, 1
Nato nel 1991, è unico nel suo genere in Italia. E’ stato allestita in alcuni edifici del complesso monumentale del Palazzo Ducale di Mantova, si sviluppa su quattro ampie sale che consentendo di cogliere la straordinaria evoluzione tecnica dei mezzi del Corpo dei Vigili del Fuoco.
Nella prima sala sono esposti i mezzi più antichi, tra cui una pompa a mano del XVIII secolo. Nella seconda e terza sala sono disposti automezzi storici, anfibi, autopompe anche di grandi dimensioni. Nella quarta sala si possono ammirare uniformi di varie epoche, i primi estintori a polvere, caschi di varie epoche e paesi e, al centro della sala, un elicottero del 1956.
MUSEO “TAZIO NUVOLARI E LEARCO GUERRA”
Piazza Broletto
Preziosa struttura museale, unica nel genere in Italia. Il Museo è dedicato al ricordo di un indimenticabile campione dell'automobilismo: Tazio Nuvolari (1892- I953), considerato il più grande pilota di tutti i tempi. Sono raccolti i trofei, le targhe e le coppe vinte nell'intero arco della sua attività sportiva (1920-1950), e 77 medaglie d'oro, testimonianze delle sue innumerevoli vittorie. Su un grande schermo viene proiettato in continuazione un inedito film di circa 30 minuti che documenta la carriera sportiva del campione. Una seconda sezione ospita memorie e cimeli di un altro grande campione mantovano: il ciclista Learco Guerra, la "locomotiva umana".
MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE
Palazzo Ducale
Il museo si trova nel perimetro del Palazzo Ducale proprio sul luogo dove sorgeva la celebre scuola diretta nel '400 da Vittorino da Feltre. Sono esposti reperti che documentano le epoche e le culture dei popoli che hanno abitato il territorio mantovano dalla Preistoria allo Alto Medioevo. Ben evidenziate sono le fasi storiche del territorio: dalla città etrusca, a quella romana, dalle testimonianze paleocristiane a quelle tardo antiche fino ad arrivare all'epoca longobarda.
MUSEO DEL RISORGIMENTO E DELLA RESISTENZA “RENATO GIUSTI”
Piazza Sordello,42
Sistemato nel 1941 nelle prestigiose sale del Palazzo del Capitano, fa parte del nucleo più antico di Palazzo Ducale. Nel 1989 fu intitolato allo storico Renato Giusti, che si batté per la sua costituzione e per il suo riordino. Il Museo contiene documenti, cimeli, armi dell’epoca risorgimentale e della Resistenza. Di particolare interesse per gli storici è il materiale relativo ai processi ai martiri di Belfiore (1851-52).
MUSEO DELL’ACCADEMIA NAZ. VIRGILIANA DI SCIENZE LETTERE E ARTI
Via dell’Accademia, 47
Istituita nel 1768 da Maria Teresa d’Austria, l’Accademia è da sempre una scuola a livello universitario, caposaldo della cultura cittadina. Conserva molte stampe, incisioni e disegni, libri antichi e moderni, un archivio musicale del Settecento e il proprio archivio storico. In esposizione c’è anche una ricca serie di strumenti chirurgici usati nel Settecento.
MUSEO DELLA CITTÀ SEZ. RISORGIMENTALE
Palazzo del Capitano
La Sezione illustra il ruolo e il contributo dato dal Risorgimento mantovano al processo di liberazione e unificazione dell'Italia. E’ affrontato l'arco cronologico che va dall'arrivo dei francesi (1796) all’unificazione all'Italia (1866), con particolare riferimento ai principali fatti politici locali e all'evoluzione urbanistica, economica e sociale della città.
L'esposizione, con intenti marcatamente didattici, attraverso dipinti, armi, uniformi, bandiere, oggetti "patriottici", modellini, giornali, manifesti, stampe, opuscoli e l'uso dei moderni sistemi informatici, si articola cronologicamente in cinque aree tematiche: - l'età napoleonica; - la restaurazione e il 1848; - la congiura di Belfiore; - gli ultimi anni della dominazione austriaca: la seconda guerra d'indipendenza (1859), la spedizione dei Mille e l'unione di tutto il Mantovano all'Italia; - la città durante i decenni del Risorgimento.
MUSEO DELLA CITTÀ - SEZ. STORICA
Palazzo San Sebastiano
Inaugurata nel 2004 e gestita dal Comune di Mantova, la Sezione raccoglie significative opere di proprietà comunale, di documenti e di studi sullo sviluppo urbanistico e architettonico della città ed è considerata un luogo privilegiato di accesso al sistema diffuso dei musei e monumenti civici. La Sezione museale ospita infatti il Centro di Documentazione delle Collezioni Civiche.
Palazzo San Sebastiano è sede di due importanti fondazioni - il Centro Leon Battista Alberti e Mantova Capitale Europea dello Spettacolo - che svolgono un ruolo fondamentale nella vita culturale mantovana.
MUSEO DELLA MECCA-NIZZAZIONE AGRICOLA E CIVILTÀ CONTADINA
Via Mulino, 23
Espone 25 trattrici d'epoca dal 1920 al 1950, varie trebbie da granturco e frumento, due locomobili a vapore, cento modelli di macchine in miniatura costruiti a mano, e vari attrezzi agricoli scomparsi della civiltà contadina.
MUSEO DIOCESANO “FRANCESCO GONZAGA”
Piazza Virgiliana, 55
Il museo, che ha sede nell'ex-convento di Sant'Agnese, raccoglie documenti storico-artistici che raccontano dodici secoli di civiltà mantovana. Conserva il prezioso Messale miniato nel XV secolo da Belbello da Pavia e Gerolamo da Cremona per Barbara di Brandeburgo, moglie di Ludovico II di Gonzaga; l'oreficeria dei Gonzaga; le armature opera di armaioli lombardi (XV-XVI secolo), appartenute ai Gonzaga e provenienti dal Santuario di Santa Maria delle Grazie.
MUSEO NUMISMATICO
Corso V. Emanuele II, 13
La Fondazione Banca Agricola Mantovana ha sede nel quattrocentesco Palazzo del Diavolo. L’edificio ospita al piano interrato una pregevole collezione di quasi 2.200 monete e medaglie mantovane dell’epoca dei Gonzaga. Alcune di esse - realizzate da Pisanello, dal Talpa, dal Leoni e da Gian Cristoforo Romano - sono assai rare e preziose.
Condividi "Musei e Gallerie di Mantova" su facebook o altri social media!