Login / Registrazione
Sabato 1 Ottobre 2016, Santa Teresa di Lisieux di Gesù Bambino
follow us! @travelitalia

Santuario Madonna della Misericordia

Macerata / Italia
Vota Santuario Madonna della Misericordia!
attualmente: 07.00/10 su 4 voti
Il Santuario Madonna della Misericordia, che prospetta su Piazza Strambi, trae origine da un'antica cappella votiva eretta nel 1447, in un solo giorno, per allontanare il pericolo della peste. Fu innalzata attorno all'affresco rappresentante la Madonna della Misericordia, che era sul muro dell'orto del Vescovo, in piazza del Duomo. L’edificio sacro fu ricostruito sullo stesso punto nel 1497, in dimensioni maggiori. Nel 1734 il tempio fu ricostruito, nella sua terza versione, su disegno dell'architetto Luigi Vanvitelli, e decorato da Francesco Mancini e Sebastiano Conca, con storie della vita di Maria in un misurato stile settecentesco ricco di colore. Il Vanvitelli compie qui la grande impresa di racchiudere in poco spazio, un santuario dalle splendide forme, ricco di luce, affreschi, marmi e stucchi. Nel luglio 1799, il Santuario fu devastato dai Francesi di Napoleone. Successivamente viene costruito l'ambulacro, dove Biagio Biagietti, uno dei migliori affreschisti della prima metà del Novecento, ha rappresentato nel 1921 la vita di Gesù, con moderne intrusioni in stile liberty. Più tardi vengono aggiunti i portichetti esterni e le cancellate in ferro battuto. Recenti (1952) sono le porte in bronzo del Cantalamessa.
L’interno è a unica navata, collegata al presbiterio a un ampio arco. In fondo al presbiterio si trova la venerata immagine della Madre della Misericordia, dipinta verso la fine del Quattrocento. Si tratta di un’ampia tela, attribuita a Lorenzo Costa, che rappresenta la Vergine con il largo manto protettore, racchiusa in un classico portico con quattro Santi patroni: Giuliano, Andrea, Rocco e Sebastiano. Sotto la Madonna si scorgono i fedeli in preghiera. Intorno, nell’ambulacro, si trovano affreschi, marmi pregiati, come le colonne in diaspro di Sicilia, intagli, stucchi, vetrate artistiche; nella sagrestia vanvitelliana si trova anche una Madonna bizantina.
La prima domenica di settembre si celebra al Santuario la festa delle “canestrelle”, nota fin dal 1447 e consistente nell’offerta di grano alla Madonna.
Condividi "Santuario Madonna della Misericordia" su facebook o altri social media!