Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Ex-Conventi di San Cristoforo e San Domenico

Lodi / Italia
Vota Ex-Conventi di San Cristoforo e San Domenico!
attualmente: 06.00/10 su 1 voti
Nel 1998, a tre anni dalla sua istituzione, la Provincia di Lodi ha acquistato gli immobili dell'ex Convento di San Cristoforo e dell'ex Convento di San Domenico, situati in Via Fanfulla, per farne la propria prestigiosa sede. Si tratta di edifici di alto valore storico e pregio architettonico che nel tempo hanno subito un grave degrado, dovuto in parte agli utilizzi impropri succedutisi nelle varie epoche storiche. Dopo le soppressioni napoleoniche, i due conventi furono via via utilizzati come infermerie, scuderie, alloggi per truppe e magazzini. Dopo la seconda guerra mondiale, furono destinati ad abitazione civile per una comunità di famiglie.
Il Convento di San Cristoforo, iniziato nel 1587, si articola su due piani ed ha un cortile colonnato. Le colonne in granito, eleganti nel modulo allungato, poggiano su alto basamento e sostengono arcate a tutto sesto. Gli archi sono sottolineati da esili profili che sono ripresi come elemento marcapiano lungo tutto il perimetro del portico. La parte più antica è quella opposta al lato di ingresso che si presenta completa con un corpo centrale sopraelevato e portico sui lati. Questo poste spazio riceve luce dalle finestre a oculo poste nella parte alta e una grande porta finestra in testata.
Il Convento di San Domenico, la cui fondazione risale agli anni 1254-1256, fu la sede lodigiana dell'ordine dei Predicatori, detti Domenicani dal nome del loro fondatore, Domenico de Guzman (1175-1221). Appena entrati nell'edificio, troviamo un portale che immette nello scalone e conserva resti di affreschi. Segue un ambulacro sul quale si apre una serie di porte, probabilmente in origine ingressi alle celle dei frati. Si esce poi nel primo chiostro, che denuncia la sua origine duecentesca. Il secondo chiostro si presenta con gli archi murati, pur essendo ancora in evidenza i tracciati degli archi stessi e le colonne. Nel seminterrato si aprono un altro ambulacro e un vasto ambiente dall'aspetto spettacolare, a volte e con massicci pilastri circolari, di pietra nella parte inferiore e di mattoni nella parte superiore.
Condividi "Ex-Conventi di San Cristoforo e San Domenico" su facebook o altri social media!