Login / Registrazione
Lunedì 5 Dicembre 2016, San Saba
follow us! @travelitalia

Castello Visconteo

Lodi / Italia
Vota Castello Visconteo!
attualmente: 08.50/10 su 4 voti
Su Piazza Vittorio Emanuele II sorgono i ruderi dell'antico Castello Visconteo, fatto costruire dall’imperatore Federico Barbarossa nella seconda metà del XII secolo. Con questa struttura venivano rafforzate le difese della parte occidentale della città, in particolare quindi di Porta Regale (la più insicura delle tre porte di accesso a Lodi), che si trovava sulla strada per Milano.
Il castello fu riadattato più di cent’anni dopo da Napo della Torre; tuttavia, l'aspetto attuale è dovuto alla ricostruzione, iniziata nel 1355 e finita nel 1370, voluta da Bernabò Visconti, con un notevole ampliamento e la costruzione di quattro torri e di profonde prigioni nel sottosuolo. Nel 1416 Filippo Maria Visconti rinforzò il rivellino interno con una rocca fortificata fuori dalle mura. Dopo gli interventi viscontei, il Castello divenne una fortezza inespugnabile. La struttura fu ulteriormente rafforzata da Francesco Sforza, che nel 1456 fece aggiungere sullo spigolo a nord, una torre rotonda, opera dell'ingegner Serafino Gavazzi, che si affiancava a quella a pianta quadrata, già presente nel Castello. Secondo alcuni storici, nel Castello Visconteo sarebbe stata firmata la pace di Lodi (9 aprile 1454).
Il Torrione sforzesco, che divenne uno dei simboli di Lodi, fu alzato nel 1906 per contenere il serbatoio dell'acquedotto comunale. Tra il XVI e il XVIII secolo, il Castello subì adattamenti nei sistemi difensivi per far fronte agli attacchi condotti con le nuove armi da fuoco. Le mura divennero più spesse e furono innalzati baluardi per tenere distanti le artiglierie nemiche. Sotto la dominazione austriaca di Giuseppe II, ha inizio la progressiva demolizione del Castello: furono riempiti i fossati, tolti i ponti levatoi e distrutto un intero lato del Castello, che venne trasformato in caserma. Sui tre lati rimasti furono costruiti dei porticati sovrastati da un doppio ordine di logge, così come si vede ora. Nei primi anni dell’Ottocento il castello perse il suo vero aspetto e la sua funzione. L'attuale parte in rovina è una ricostruzione e solo il grande Torrione trecentesco rimane a ricordare il glorioso passato della rocca.
Il Castello è oggi stazione di polizia, sede della Questura di Lodi.
Condividi "Castello Visconteo" su facebook o altri social media!