Login / Registrazione
Lunedì 26 Settembre 2016, SS. Cosma e Damiano
follow us! @travelitalia

Torre del Fanale (Fanale dei Pisani)

Livorno / Italia
Vota Torre del Fanale (Fanale dei Pisani)!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
Chiamata semplicemente “il Fanale”, la Torre fu edificata nel 1302 dalla repubblica Pisana, sia come faro sia come difesa costiera. Pochi anni prima, nel 1286, Genova aveva infatti distrutto la Torre della Meloria, in seguito alla storica vittoria su Pisa del 1284. Il progetto è attribuito a Giovanni Pisano, mentre si conoscono con certezza i nomi dei capimastri - Rocco Entello De Spina e Bonaggiunta Ciabatti - ritrovati incisi su una pietra alla base della torre. Il Fanale era in pietra delle cave di San Giuliano, con una larga base conica sulla quale, proprio come ora, sembrano poggiarsi due tronchi di cono l’uno su l’altro, ciascuno dei quali terminanti con una corona merlata. In realtà si tratta di sette cilindri sovrapposti con diametri via via decrescenti. Si raggiungeva la sommità tramite una scala a chiocciola. Il faro, compresa la lanterna, raggiungeva i 51 metri di altezza. Nel 1584 il granduca Francesco I fece erigere dei magazzini nel basamento e adibì la lanterna a lazzaretto, il primo in Italia dopo Venezia.
La bellezza della torre originaria le valse le Lodi di Petrarca, che la cita nel suo “Itinerario siriaco”, quelle del cronachista fiorentino Goro di Stagio Dati, che la definì uno dei più bei fari del mondo; pare abbia addirittura ispirato Dante nel celebre verso “sta come torre ferma che non crolla / giammai la cima per soffiar di vento”. Galileo Galilei vi compì numerosi esperimenti, per la messa a punto del suo cannocchiale.
Distrutto il 20 Giugno 1944 ad opera dei guastatori tedeschi di Kesselring, il Fanale fu ricostruito com’era e inaugurato il 16 Settembre 1956 nell’anno delle celebrazioni per il 350° anniversario della proclamazione di Livorno città.
Condividi "Torre del Fanale (Fanale dei Pisani)" su facebook o altri social media!