Login / Registrazione
Giovedì 8 Dicembre 2016, Immacolata concezione
follow us! @travelitalia

Cappella di San Ranieri

Livorno / Italia
Vota Cappella di San Ranieri!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
Dalla Chiesa di Santa Giulia, attraversato un cortile, s’incontra la Cappella di San Ranieri. Come ricorda una lapide, la Cappella fu eretta sopra il vecchio Camposanto di Santa Giulia, all’epoca di Ferdinando I, negli anni tra il 1696 e il 1701. La costruzione di questa cappella dedicata al Santo Patrono della città di Pisa è spiegata dal fatto che all’epoca Livorno non era sede vescovile bensì dipendeva, appunto, dalla vicina Pisa.
All’esterno, sul fianco destro, è un’immagine marmorea della Madonna proveniente da una chiesa del primitivo villaggio labronico, sovrastata da una lapide dettata da Pietro Vigo, a ricordo della fondazione della città. L’interno si presenta come una piccola aula rettangolare voltata; il pavimento, a commesso marmoreo, è scandito dalle lastre terragne con stemmi; gli stalli lignei addossati alle pareti sono degli inizi del Settecento. Sulle pareti, sei episodi della vita di San Ranieri, inseriti in finte cornici e inquadrati in architetture dipinte; sopra il cornicione, quattro figure allegoriche: la “Speranza”, la “Temperanza”, la “Fede” e la “Carità”; nella volta, l’“Apoteosi di San Ranieri”. L’altare è caratterizzato dalle marmoree colonne tortili, mentre il sovrastante dipinto è una copia recente (1969) del “Miracolo di San Ranieri”, il cui originale si trova nel Duomo di Pisa. Il pavimento, infine, ospita nove sepolture di eminenti cittadini e familiari dei fondatori dell'Oratorio. Alla base dell'altare, su due lapidi tombali e su alcuni schienali del coro, si nota la croce patente a otto punte di colore rosso, propria dell'Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano. Si ritiene quindi che alcuni confratelli o loro familiari, finanziatori della costruzione, fossero anche cavalieri stefaniani.
L’ultima guerra danneggiò gravemente gli affreschi della volta e delle pareti, e soltanto al termine di un accurato restauro, l’Oratorio di San Ranieri è stato riaperto al pubblico.
Condividi "Cappella di San Ranieri" su facebook o altri social media!