Login / Registrazione
Domenica 11 Dicembre 2016, San Damaso I
follow us! @travelitalia

Palazzo D’Avalos-Laurelli

Isernia / Italia
Vota Palazzo D’Avalos-Laurelli!
attualmente: 10.00/10 su 7 voti
Conosciuto anche come “il palazzotto", Palazzo D’Avalos-Laurelli prospetta su Piazza Trento e Trieste. L’edificio fu eretto nel 1694 per volere del principe Diego D’Avalos, discendente della nobile famiglia dei D’Avalos, venuta in Italia al seguito di Alfonso I d’Aragona. Passato all'Università locale nel 1745, l’edificio fu danneggiato dal terremoto del 1805. Nel 1830 fu acquistato da Don Onofrio Laurelli che ne curò la ricostruzione secondo il gusto neoclassico dell’epoca. Nel corso del tempo, il Palazzo ha ospitato gli uffici più rappresentativi della città.
Il piano terra è a bugnato orizzontale ed è separato dal primo piano da una cornice leggermente aggettante. Il portale è sovrastato dallo stemma di famiglia in pietra lavorata, con due leoni rampanti. Le finestre del primo piano hanno la soglia in pietra modanata e sono sovrastate da cornici sorrette da mensole, sempre in pietra; le portefinestre del secondo piano si aprono su balconcini e sono sormontate da lunette di stile rinascimentale con all’interno una conchiglia a rilievo. L’ala laterale ripropone gli stessi motivi architettonici, ma si distingue per la particolarità dei motivi decorativi dei due portali laterali, risalenti alla seconda metà del Settecento.
Il Palazzo, infine, ingloba una delle torri medioevali presenti in città, che si ritiene facciano parte di un antico castello longobardo ora scomparso.
Condividi "Palazzo D’Avalos-Laurelli" su facebook o altri social media!