Login / Registrazione
Sabato 3 Dicembre 2016, San Francesco Saverio
follow us! @travelitalia

Fontana della Fraterna

Isernia / Italia
Vota Fontana della Fraterna!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
La fontana sorge in Piazza Celestino V ed è il simbolo della città. Fu costruita tra il XIII e il XIV secolo, in onore dell’omonimo papa molisano, utilizzando resti di edifici trecenteschi e pietre di recupero, soprattutto del periodo romano: sembra che talune pietre utilizzate provengano dalla tomba di Ponzio Pilato. Il monumento deve il nome alla Confraternita della Frataria, società caritativa fondata da Celestino V.
La Fontana fu ampliata nel 1935, ma subì gravi danni per i bombardamenti del 1943: nel dopoguerra, fu ricostruita per anastilosi, particolare tecnica di ricostruzione di antichi edifici, che ricompone le vecchie strutture con i pezzi originali.
Sotto il profilo architettonico, lo studioso Francesco Casale annota che: “Il prospetto principale della fontana si sviluppa su tre fasce ben distinte. La fascia più bassa è realizzata in lastroni di pietra di notevoli dimensioni. La pietra centrale ne costituisce l’unico elemento decorativo per la presenza di un disegno a rilievo: in una cornice liscia sono inseriti due delfini disposti simmetricamente ai lati di un motivo floreale acquatico limitato da un disegno triangolare. La fascia centrale si apre con sei archetti a tutto sesto poggianti su colonne e pilastri tutti diversi fra loro. La colonna centrale è costituita da due semicolonne abbinate di cui quella a sinistra presenta il fusto liscio e semicircolare, quella di destra il fusto liscio ma sfaccettato”.
Notevoli, anche se di ardua interpretazione sono le tre iscrizioni lapidarie incluse nella muratura. Due sono sicuramente d’epoca romana, mentre la terza, medievale, sembra riferirsi ai Rampini, nobile famiglia del Duecento che forse ha contribuito alla costruzione della Fontana.
Condividi "Fontana della Fraterna" su facebook o altri social media!