Login / Registrazione
Lunedì 5 Dicembre 2016, San Saba
follow us! @travelitalia

Duomo di Isernia

Isernia / Italia
Vota Duomo di Isernia!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
Dedicata a San Pietro, la Cattedrale prospetta su Piazza Andrea d’Isernia e ha origini molto antiche. L’edificio fu costruito sulle fondamenta di un antico tempio italico. Di questo tempio, alcuni resti sono stati riportati alla luce all'interno della Chiesa e nel cortile dell'adiacente episcopio: essi risalgono al periodo di fondazione della colonia latina, nel III secolo a. C. Il podio, visibile lungo la parete sinistra del Duomo, risale al I secolo a. C., quando Aesernia divenne Municipium romano. Per i primi secoli del cristianesimo, manca ogni notizia della chiesa, ma si sa dell’esistenza di una cattedra vescovile già dal V secolo. In questo periodo, alla struttura esistente fu sovrapposta una struttura basilicale di tipo bizantino. Non ci sono strutture databili tra il IX e il XIV secolo, ma si ritiene che la Chiesa abbia cambiato orientamento nella ristrutturazione seguita al terremoto del 1349. Appare certo che la Chiesa è stata ristrutturata dopo il terremoto del 1456. Resti di pavimentazioni dei secoli XVII, XVIII, e XIX testimoniano ulteriori manomissioni subite nel tempo. La cupola risale al 1818. Ulteriori lavori furono eseguiti nei primi anni del Novecento.
All’esterno, il pronao neoclassico, aggiunto nell'Ottocento, presenta colonne ioniche con trabeazione: due delle sei colonne, danneggiate dai bombardamenti del 1943, furono ricostruite negli anni '50.
L’interno, a tre navate divise da archi, è interamente rivestito da marmi e stucchi. Sono visitabili la pavimentazione in lastroni di pietra del tempio latino, le fondazioni dell'abside della prima basilica cristiana, frammenti lapidei decorati di estrazione bizantina e testimonianze delle successive sovrapposizioni. Fra i numerosi tesori artistici contenuti nella Cattedrale, spiccano: i dipinti di Raffaele Gioia e di Trivisonno, una croce d'argento donata da papa Celestino V alla sua città, la gabbia di rame dorato di San Nicandro risalente al XIV secolo, e una statua lignea della Madonna dell'XI secolo.
Torre campanaria della Cattedrale è l'Arco di San Pietro, doppio arco ogivale che buca la torre e collega la piazza alla città più antica. L’Arco risale al Trecento e fu costruito per servire al Duomo e alla Chiesa di San Paolo: è una torre quadrata in stile gotico, con archi a sesto acuto, caratterizzata da un orologio nella parte terminale. Ai quattro angoli interni sono state poste quattro enormi statue romane in pietra, risalenti alla colonia latina e ritrovate nei dintorni di Isernia.
Condividi "Duomo di Isernia" su facebook o altri social media!