Login / Registrazione
Lunedì 26 Settembre 2016, SS. Cosma e Damiano
follow us! @travelitalia

Collegiata di San Giovanni Battista

Imperia / Italia
Vota Collegiata di San Giovanni Battista!
attualmente: 10.00/10 su 5 voti
Fra i principali monumenti d’arte e di fede in Oneglia, sorge nel centro dell'abitato storico, nella via e piazza omonima, la Collegiata o Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, Duomo di Oneglia. L’edificio si presenta, nel suo stile barocco e con l'alto campanile, quale grandioso e severo edificio nella vasta cerchia di affrettate costruzioni che le stanno intorno. Fu costruito – dove sorgeva l'antica chiesa del Trecento - su disegno dell'architetto Gaetano Amoretti. La costruzione ebbe inizio nel 1739 e fu ultimata nel 1762, venendo consacrata nel giugno di quell'anno da monsignor Giuseppe Delbecchi, onegliese, arcivescovo di Cagliari.
La facciata, eseguita nel 1832, conserva inalterato lo spirito tardo-barocco. Il prospetto ha impronte medioevali, con grande occhio centrale e fianchi sdruccioli. Il campanile, a destra, terminante in un lunghissimo cono, non presenta aspetti notevoli.
L’interno si sviluppa in un'ampia sala divisa in tre navate su croce latina, attraverso una successione di archi a tutto sesto che poggiano su piedritti quadrangolari con lesene. Tra le navate e il presbiterio, affiancato da due cappelle, si trova uno spazio trasversale sul cui centro gravita una cupola a base circolare. Lungo le pareti longitudinali si aprono, in corrispondenza delle campate, una serie di cappelle dalle superfici curvilinee.
L'interno è adorno di pregevoli marmi e di artistici stucchi e decorazioni dovuti in parte al genovese Isola e in parte al torinese Scuri. Vi si ammira un antico e prezioso tabernacolo in marmo, opera di Pace Gaggini del 1516 esistente indubbiamente nella chiesa precedente; un ricco Crocefisso secentesco del francese La Croix; una statuetta in legno raffigurante San Giovanni Battista, scolpita dal Maragliano, un magnifico organo con orchestra secondo il sistema Lingiardi e uno stupendo coro ligneo intagliato del 1736. Tra le pitture spiccano le tele raffiguranti la Sacra Cena, Sant’Isidoro, i Santi Crispino e Crispiniano e la Nascita di San Giovanni del torinese Revelli; il Purgatorio del Calzia; San Carlo della onegliese Francesca Calzamiglia; San Cristoforo dell’onegliese Conte; il Battesimo di San Giovanni del torinese Morgavi e la Visitazione del Gainotti di Genova; la Madonna del Rosario di Giovanni Battista Garaventa.
Condividi "Collegiata di San Giovanni Battista" su facebook o altri social media!