Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Monumento a Leopoldo II

Grosseto / Italia
Vota Monumento a Leopoldo II!
attualmente: 06.80/10 su 5 voti
Leopoldo II di Lorena, principe imperiale di casa d’Austria e granduca di Toscana, fu uno dei grandi artefici della bonifica della Maremma grossetana. Compiute le prime opere, nel 1836 – in segno di gratitudine – il Comune decretò l’erezione di un monumento al sovrano, da innalzarsi sulla piazza principale della città. L’opera fu commissionata allo scultore Luigi Magi di Asciano, che la condusse a termine nel 1845. La sua collocazione al centro di Piazza delle Catene (l’attuale Piazza Dante), avvenne nella primavera del 1846. I Grossetani la chiamano “Monumento a Canapone” perché chiamavano affettuosamente “Canapone” il granduca, forse per i suoi grandi baffi rossicci che ricordavano il colore della canapa.
L’opera è un gruppo scultoreo in marmo bianco collocato sopra un alto basamento. La statua centrale, di altezza superiore a tutte le altre, rappresenta il granduca che mostra un volto rilassato, con la caratteristica barba e lo sguardo rivolto alla sua sinistra verso la donna dal volto triste che tiene con la sua mano sinistra risollevandola. La donna, madre del bambino morente che si appoggia con la testa sulla sua coscia sinistra, è la rappresentazione allegorica della Maremma; il bambino morente rappresenta il futuro cui la Maremma sembrava essere destinata. Tuttavia, nello sguardo che la donna rivolge al granduca si scorgono segni di speranza. Con la mano destra, il granduca protegge un bambino nudo, di età superiore a quello scolpito nell'altra statua, che schiaccia con i suoi piedi un serpente che, al tempo stesso, viene morso da un grifone. Allegoricamente, questo bambino tenuto per mano dal granduca rappresenta il cambiamento positivo che Leopoldo II è riuscito a dare per il futuro della Maremma, contribuendo a debellare la malaria, rappresentata dalla serpe morente: all’uccisione della serpe collabora anche il grifone, che rappresenta la città di Grosseto.
Nella parte anteriore della base che guarda il Duomo, si legge la seguente iscrizione:

ALLA GLORIA DI LEOPOLDO II / QUESTO MONUMENTO / CHE RICORDI AI FUTURI / LA RICONOSCENZA / DI UNA PROVINCIA RIGENERATA / E IL BENEFIZIO IMMORTALE.
Condividi "Monumento a Leopoldo II" su facebook o altri social media!