Login / Registrazione
Lunedì 5 Dicembre 2016, San Saba
follow us! @travelitalia

Duomo di Grosseto (Cattedrale di San Lorenzo)

Grosseto / Italia
Vota Duomo di Grosseto (Cattedrale di San Lorenzo)!
attualmente: 08.00/10 su 7 voti
Il Duomo di Grosseto sorge in piazza Dante, la principale piazza cittadina. E’ il più interessante monumento della città, anche se i molti restauri e rimaneggiamenti gli hanno tolto molto del primitivo splendore. Intitolato a San Lorenzo, patrono della città, il tempio fu eretto sui resti dell’antica basilica di Santa Maria Assunta, che fu sede vescovile dal 1138. La costruzione, in stile gotico, ebbe inizio nel 1294, su disegno dell’architetto e scultore Sozzo di Pace Rustichini, ed è stata restaurata più volte nel corso dei secoli, anche nell’Ottocento, con svariati interventi e modificazioni sia nella struttura sia nella decorazione. Nel 1402 fu innalzato il campanile, restaurato e modificato nel 1911.
La facciata, bicroma bianco-rosata, è rifacimento neoromanico del 1840-1845 e conserva dell’originale i simboli degli Evangelisti sopra i capitelli dei pilastri. La parte alta centrale, coronata da un timpano, è caratterizzata da un ampio rosone. Sul fianco destro un portale con due bifore gotiche e vetrate del secolo XV, la lunetta e il timpano furono aggiunti nel 1897 dallo scultore Leopoldo Maccari, che vi adattò il gruppo della Madonna con il Bambino tra due Angeli e le due statue di Santi, entro nicchie gotiche, sui pilastri laterali. Sull’angolo destro della facciata è collocata una colonna romana con capitello corinzio, usata nel medioevo per l’affissione dei bandi.
L’interno è a croce latina, con tre navate divise da pilastri. Vi si trovano un grande fonte battesimale di Antonio Ghini del 1470; la base triangolare sostiene uno stelo decorato da tre delfini che sorreggono la vasca, ornata all’esterno da ghirlande di fiori e frutta e all’interno da granchi, rane e pesci; dello stesso autore è anche il ricco dossale del 1474 dell’altare della Madonna delle Grazie. Da ammirare, tra l’altro, la meravigliosa Madonna delle Grazie di Matteo di Giovanni, anch’essa del 1470. Nel transetto destro si nota un altare moderno, eseguito dagli scultori Jardella e Martinelli; nella luna è rappresentato Gesù nell'orto di Getsemani; l'espressivo Crocifisso, di scuola senese del 1400, fu donato dal cardinale Giuliano Cesarini, che resse la diocesi di Grosseto nel 1439.
Molto suggestiva è l’atmosfera che si crea nel tempio, grazie ai fasci di luce provenienti dalle finestre gotiche riccamente istoriate della parete destra, opera di Benvenuto di Giovanni, artista senese del XV secolo.
Condividi "Duomo di Grosseto (Cattedrale di San Lorenzo)" su facebook o altri social media!