Login / Registrazione
Venerdì 30 Settembre 2016, San Girolamo
follow us! @travelitalia

Palazzina Albertini

Forlì / Italia
Vota Palazzina Albertini!
attualmente: 08.00/10 su 2 voti
Palazzina Albertini orge a fianco del Palazzo del Podestà ed è un’elegante edificio quattrocentesco dai caratteri chiaramente veneziani. Da un architetto ignoto, ma certamente di cultura veneta, l’edificio fu eretto negli anni a cavallo fra Quattrocento e Cinquecento, su un portico con arco a tutto sesto profilato da una ghiera in cotto. La Palazzina deve il nome alla famiglia Albertini, che fu proprietaria dell’immobile fino al Settecento. Poi, la palazzina passò in eredità a Cristoforo Merlini e, nel primo Ottocento, a Stefano Francia, che vi allestì il cosiddetto "Caffè del Patrioti". Nel 1819 la palazzina fu sede della Società Cittadina, ma nel 1866 fu acquistata da Leopoldo Pettini che mutò la Società Cittadina in Circolo Cittadino e nel 1890 costituì la “Società de Pestapevar”.
La facciata, in mattoni a vista, è divisa in verticale da lesene di ordine corinzio. Le finestre sono disegnate da bifore in sasso d’Istria, mentre il piano nobile si conclude con una loggia di belle proporzioni, impreziosita da una transenna in cotto, ornata da intrecci di busti umani e animali. La parte che si eleva sulle prime tre arcate di destra costituiva l'originario edificio rinascimentale; quella corrispondente agli ultimi due archi fu realizzata nel 1929, nell’ambito di un restauro curato da Luigi Corsini, su disegno dell’architetto Ariodante Bazzero.
Oggi la Palazzina Albertini è un'importante sede espositiva, aperta tutto l'anno. Al primo piano ospita la mostra permanente "Res Communis" in cui sono esposte importanti donazioni pervenute alla Pinacoteca Civica nell'ultimo decennio del Novecento, con opere di Piero Angelini, Bernardino Boifava, Edgardo Zauli Saiani, una pregevole icona russa e oggetti di arte orientale.
Condividi "Palazzina Albertini" su facebook o altri social media!