Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Musei di Foligno

Foligno / Italia
Vota Musei di Foligno!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
MUSEO ARCHEOLOGICO
c/o Palazzo Trinci
Piazza della Repubblica
Riallestito nel 2000, il Museo è oggi diviso in due sezioni:
• La prima conserva i reperti più antichi, soprattutto utensili in ceramica e bronzo e frammenti di strutture architettoniche, provenienti dalle zone limitrofe alla città – specialmente dagli scavi di Santa Maria in Campis e di Colfiorito. I reperti appartengono a un periodo che va dal VII-VI secolo a.C. al II-I secolo a.C.;
• La seconda raccoglie reperti del periodo compreso tra il I e il III secolo d.C., come urne e frammenti di oggetti di uso comune. Notevoli sono un rilievo con scene del Circo Massimo di Roma e un ritratto dell'imperatore Adriano.

MUSEO CAPITOLARE DIOCESANO
c/o Palazzo delle Canoniche
all’interno del Duomo
Piazza della Repubblica
Realizzato nel 2008, il Museo conserva ed espone rare sculture lignee dal XIII al XV secolo, tra cui l’immagine di San Feliciano, patrono di Foligno. Le opere provengono dalla Cattedrale e dalle piccole chiese del territorio. Le più importanti sono: due busti del Bernini; la copia della Madonna di Foligno di Raffaello; numerose pale d’altare di artisti che transitavano in Umbria a partire dalla fine del Cinquecento come V. Salimbeni, F. Fenzoni e Noël Quillerier. Molto interessanti sono La Bottega di San Giuseppe, (forse di Georges de La Tour); i capolavori di Bartolomeo di Tommaso; un tabernacolo ligneo (1463) di P. Mazzaforte e dell’Alunno; una pregevole stauroteca veneziana del Trecento, varie croci processionali in argento e rame dorati (secoli XIV-XVI) e suppellettili liturgiche di età barocca.

MUSEO DELLA STAMPA
c/o Palazzo Orfini
Piazza della Repubblica
Il Museo è stato inaugurato nel 2012, a 540 anni di distanza dalla stampa a Foligno della prima copia della Divina Commedia (1472). Nei vari piani, si può ripercorrere la storia della produzione della carta a Foligno, e la correlativa evoluzione della stampa: dalle filigrane, alle prestigiose produzioni dell’officina Orfini-Numeister. Interessante la sezione dedicata ai giornali di Foligno, e quella dei lunari e almanacchi del Barbanera. Particolare valore documentario hanno le locandine del Teatro Apollo (1827-1944).

MUSEO DELL’ISTITUZIONE COMUNALE
c/o Palazzo Trinci
Piazza della Repubblica
Raccoglie le testimonianze dell'Istituzione comunale a Foligno dal Quattrocento all'unità d'Italia attraverso l'esposizione di oggetti di uso istituzionale, documenti e costumi delle antiche magistrature, emblemi, arredi liturgici e d'uso quotidiano.
Gli oggetti esposti (tavoli, sgabelli, credenze, padelle, zimarre, cappe, mazze della magistratura, collane ecc.) consentono una lettura delle funzioni dell'Istituzione Comunale. Il Museo dell'Istituzione Comunale è stato recentemente inglobato dal Museo Multimediale.

MUSEO MULTIMEDIALE DEI TORNEI, DELLE GIOSTRE E DEI GIOCHI
c/o Palazzo Trinci
Piazza della Repubblica
Propone un viaggio tra antichi cavalieri, tornei, nobili, dame, giochi e feste, “valorizzando – in modo interattivo e virtuale – un patrimonio storico fatto d’avvenimenti, documenti, reperti, usanze che ancora oggi costituiscono un momento significativo nella vita sociale e comunicativa dell’intera Europa”.
Il museo accoglie poi un centro di documentazione con attività di ricerca, catalogazione e informatizzazione di materiali e documenti. I risultati di questo lavoro sono: un Repertorio delle rievocazioni storiche italiane ed europee; un catalogo bibliografico informatizzato con software specifico; un primo catalogo di film e audiovisivi tematici; un primo catalogo dei dipinti, delle stampe e delle immagini; un primo censimento delle arti e dei mestieri connessi alle rievocazioni storiche.

PINACOTECA CIVICA
c/o Palazzo Trinci
Piazza della Repubblica
La Pinacoteca è divisa in tre sezioni: il '300, il '400, il '500. Istituita nel 1870, comprende dipinti e affreschi staccati da edifici demaniali dopo l'Unità d'Italia e documenta la pittura umbra e folignate tra XIV e XVI secolo, con opere di Nicolò e Lattanzio Alunno, Pier Antonio Mezzastris, Bartolomeo di Tommaso e Giovanni di Corraduccio. A Ottaviano Nelli si devono gli affreschi nella cappella (Storie di Maria).
Condividi "Musei di Foligno" su facebook o altri social media!