Login / Registrazione
Mercoledì 28 Settembre 2016, San Venceslao
follow us! @travelitalia

Duomo di Foligno

Foligno / Italia
Vota Duomo di Foligno!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
La costruzione della Cattedrale di San Feliciano, ossia del Duomo di Foligno, risale alla prima metà del XII secolo. L’edificio sorge in Piazza della Repubblica, sul luogo in cui fu sepolto il Santo patrono ed è opera del Maestro Atto, come documenta un’iscrizione posta sulla facciata principale. Nel 1201 il Duomo fu ampliato con la costruzione di una facciata secondaria e nei secoli XVI e XVII fu oggetto di numerosi restauri e aggiunte.
Nel 1904 la facciata anteriore è stata liberamente restaurata e presenta un mosaico raffigurante Cristo in Trono fra i Santi Feliciano e Messalina con papa Leone XIII. La facciata sinistra, quella su piazza della Repubblica è caratterizzata da un portale romanico decorato con bassorilievi raffiguranti l'imperatore Ottone IV di Brunswick, Innocenzo III, i Simboli degli Evangelisti, i Segni Zodiacali - opera dei maestri Rodolfo e Binello (1201) - nonché i due grifoni che simboleggiano la vittoria di Foligno su Perugia La porta lignea intagliata è del 1620. La cupola è un'aggiunta cinquecentesca, opera di Giuliano di Baccio d'Agnolo.
L'interno, a unica navata, risente fortemente del rifacimento Neoclassico operato nella seconda metà dell'Ottocento dall'architetto folignate Giuseppe Piermarini (1734-1808), su progetto iniziale del Vanvitelli, dopo modificazioni avvenute in epoche diverse. Vi spicca il baldacchino dell'altare maggiore, fedele riproduzione di quello del Bernini, presente nella Basilica di San Pietro a Roma. Al suo interno, il Duomo custodisce una statua del XIX secolo e la cappella del Sacramento, opera del 1527 di Antonio da Sangallo il Giovane, con affreschi di Vespasiano Strada e Baldassare Croce. Contiene inoltre importanti opere affrescate del Corraduccio e del Mannini. Stupendi sono i busti dei coniugi Roscioli, conservati nella sacrestia: si tratta di opere realizzate dal Canova. Incastonato tra la navata e il transetto è il cosiddetto Palazzo dei Canonici, documentato dall’XI secolo, che però deve il suo aspetto odierno ai rimaneggiamenti dei secoli XVI e XVIII e alla ristrutturazione avvenuta nel primo Ottocento. Esso ospita il Museo Capitolare Diocesano che comprende opere che vanno dal XV al XVIII secolo, e una sezione di archeologia cristiana.
Sotto l’edificio si estende la cripta, che ha origini romaniche ed è quindi più antica della chiesa stessa.
Condividi "Duomo di Foligno" su facebook o altri social media!