Login / Registrazione
Venerdì 30 Settembre 2016, San Girolamo
follow us! @travelitalia

Chiesa del Calvario (o delle Croci)

Foggia / Italia
Vota Chiesa del Calvario (o delle Croci)!
attualmente: 08.50/10 su 8 voti
Detta anche Chiesa (o Cappellone) delle Croci, la Chiesa del Calvario prospetta su Piazza Sant’Eligio ed è uno dei monumenti più affascinanti di Foggia. Fu eretta a partire dal 1693, a seguito di un avvenimento ritenuto miracoloso. Il frate cappuccino Antonio da Olivati, inviato a predicare a Foggia, trovò la città e il contado alle prese con una terribile siccità: dopo la sua predicazione, cadde la pioggia e i raccolti furono salvi. Fuori città il frate piantò sette croci (su cinque delle quali furono costruite altrettante cappelle). Poi furono costruiti un monumentale arco trionfale e la chiesa. Il complesso fu costruito in stile barocco, utilizzando il tufo.
L'imponente portale è costituito da una parte inferiore divisa da quattro lesene, che inquadrano due nicchie vuote. Sopra le nicchie vi sono due riquadri con gli strumenti della crocifissione: chiodi, corona di spine, martello e tenaglia. Al centro dell’arco sta una colomba bianca, mentre ai due lati sono effigiati il sole e la luna antropomorfi che rappresentano l'umanità di Cristo. Attraversato l'arco, s’incontrano le cinque cappelle. La prima è la più povera per struttura e la più composita per decorazioni simboliche. La seconda è sostanzialmente identica alla prima. La terza è la più ricca: dai quattro pilastri emergono due lesene lavorate a colonna. La quarta è la più degradata, ma anche la più barocca. La quinta è molto simile alla quarta.
La chiesa, aperta al culto nel 1879, è in tardo stile barocco. L’esterno è assai povero: una struttura a "scatola", ai lati della quale furono aggiunti due corpi laterali. L’interno è a una sola navata, con due cappelle laterali e il soffitto decorato con stucchi settecenteschi. Sulla volta, invece, campeggia una tela raffigurante la Salita al Calvario attribuita alla scuola napoletana. Sotto la chiesa vi è una piccola cripta chiamata Terra Santa, probabilmente sede di riunioni segrete durante il Risorgimento.
Sul pavimento si apre una botola coperta da una lastra tombale con un'iscrizione in latino che indica la cripta – chiamata Terra Santa – dove sono conservati i resti dei confratelli della Congregazione di Monte Calvario, che faceva capo alla chiesa. Corre voce che, nell’Ottocento, la cripta ospitasse le riunioni dei carbonari.
Condividi "Chiesa del Calvario (o delle Croci)" su facebook o altri social media!