Login / Registrazione
Lunedì 5 Dicembre 2016, San Saba
Paolo Groppo - Copyright
follow us! @travelitalia

Duomo (Santa Maria del Fiore)

Firenze / Italia
Vota Duomo (Santa Maria del Fiore)!
attualmente: 09.65/10 su 23 voti
Il Duomo è una delle più grandi chiese esistenti. Fu iniziato da Arnolfo di Cambio intorno al 1296 nel luogo ove sorgeva la cattedrale romanica di Santa Reparata, cattedrale di Firenze. Dopo la morte di Arnolfo (1301), i lavori furono diretti da Giotto, da Andrea Pisano e quindi da Francesco Talenti, che completò l’opera nel 1369. La cupola fu realizzata dal Brunelleschi e finalmente, nel 1436, papa Eugenio IV consacrò il tempio, dedicandolo a Santa Maria del Fiore. La sua impostazione è in stile gotico, ma con una forte caratterizzazione del gusto fiorentino, amante dei volumi ampi, delle linee rette e delle decorazioni geometriche.
L’attuale facciata in stile neogotico fu realizzata alla fine del XIX secolo; la facciata originaria di Arnolfo di Cambio, mai definitivamente completata, fu invece demolita nel corso del Cinquecento. La parte più originale ed importante dell'intero complesso è la gigantesca cupola in muratura, alta 91 metri e con una base di 50 metri di diametro, opera dell'architetto Filippo Brunelleschi, che affascinò i suoi contemporanei con l'ardita idea di costruire questa cupola senza ricorrere alle tradizionali e costose impalcature in legno.
L’interno, sobrio e lineare, è diviso in tre navate, con pilastri eleganti che sorreggono le volte ogivali. E’ lungo 150 metri. La cupola, all’incrocio delle navate, è ornata da un affresco del Vasari e di Zuccari, che rappresenta il Giudizio Universale. Le bellissime vetrate a colori sono state disegnate dal Ghiberti, dal Gaddi e da Ambrogio da Pisa. Il pavimento è in marmi policromi; gli angeli musicanti, nelle sei arcate, sono affrescati da Santi di Tito, mentre le teste dei profeti, nell’orologio, sono di Paolo Uccello. Il coro di marmo è stato disegnato da Giuliano di Baccio d’Agnolo: ha nel centro l’altare disegnato dallo stesso con figure e bassorilievi di Baccio Bandinelli.
Nella prima cappella del transetto si trova La Pietà di Michelangelo, composizione marmorea rimasta incompiuta, che costituisce il più importante monumento custodito nella chiesa. Nella navata di sinistra, la tavola con Dante, la Divina Commedia e il panorama di Firenze, è di Domenico di Michelino; la statua del David e i due affreschi con la statua equestre del generale Giovanni Acuto e il condottiero Niccolò Marrucai, sono di Andrea Castagno (1456).
Condividi "Duomo (Santa Maria del Fiore)" su facebook o altri social media!