Login / Registrazione
Domenica 11 Dicembre 2016, San Damaso I
follow us! @travelitalia

Cappella Brancacci

Firenze / Italia
Vota Cappella Brancacci!
attualmente: 09.33/10 su 3 voti
Notevole esempio della pittura rinascimentale fiorentina, la Cappella Brancacci si trova nel transetto destro della chiesa di Santa Maria del Carmine. La costruzione della Cappella era prevista già nel 1317, ma i lavori poterono cominciare solo nel 1422, grazie al finanziamento di Felice Brancacci, ricco mercante di stoffe e console del mare. Le pareti furono affrescate da Masolino da Panicale, Masaccio e Filippino Lippi, che ben rappresentano i tre stadi successivi della pittura fiorentina (gotico, umanista, rinascimentale) a cavallo tra il Quattrocento e il Cinquecento.
La famiglia Brancacci incaricò degli affreschi Masolino, ma con quest’ultimo collaborava il giovane e geniale Masaccio, ritenuto a ragione l'iniziatore della pittura rinascimentale fiorentina con l'applicazione delle teorie del Brunelleschi sulla prospettiva ottica e sul rilievo. La cappella rimase incompiuta a causa della prematura morte del Masaccio, ma divenne subito luogo di pellegrinaggio dei giovani artisti fiorentini allo studio del nuovo stile e fu completata alla fine del Quattrocento da Filippino Lippi in uno stile elegante.
Dopo i due affreschi del “Peccato originale” e della “Cacciata dal Paradiso”, il ciclo pittorico narra la vita e i miracoli di San Pietro. Le scene sono circondate da un porticato, dipinto in stile classico, e la narrazione si svolge dall’alto verso il basso, alternando gli episodi della parete destra con quelli della parete sinistra.
Condividi "Cappella Brancacci" su facebook o altri social media!