Login / Registrazione
Sabato 10 Dicembre 2016, Madonna di Loreto
follow us! @travelitalia

Palazzina di Marfisa d'Este

Ferrara / Italia
Vota Palazzina di Marfisa d'Este!
attualmente: 08.22/10 su 9 voti
Gli assi viari dei nuovi quartieri dell’Addizione urbanistica, voluta da Niccolò III, portano ad alcune delle "delizie" della famiglia Este, ossia a quei palazzi sorti in zone isolate e verdi e destinati al divertimento ed al riposo della corte, lontano dalle cure del governo. Una delle delizie più interessanti della città di Ferrara è, senza dubbio, la Palazzina di Marfisa d’Este, magnifico esempio di residenza signorile del Cinquecento.
Anticamente al centro di un complesso di edifici noti come "Casini di San Silvestro", la Palazzina fu costruita a partire dal 1559 per volere del Marchese Francesco d’Este, figlio di Alfonso I e Lucrezia Borgia. Dal 1578 passò in eredità alla figlia di Francesco, Marfisa, amante delle arti e protettrice di Torquato Tasso. Con la morte della principessa Marfisa - avvenuta nel 1608 - la Palazzina passò in eredità ai Cybo-Malaspina; subì poi una serie di passaggi di proprietà e attraversò periodi di abbandono, fino a che divenne sede museale nel 1935.
L’edificio è disposto su un unico piano rialzato: il portale marmoreo è dotato di trabeazione, con le mezze colonne sormontate da capitelli corinzi. La facciata che prospetta su Corso Giovecca è in mattoni a faccia vista e presenta ampie finestre rettangolari, mentre nel vasto giardino un gran loggiato fungeva da teatro. L’interno presenta una serie di magnifici soffitti a grottesche cinquecentesche. La Palazzina ospita preziose collezioni di oggetti d’arte e d’antiquariato - sculture, dipinti e mobili - che danno un’indicazione precisa di come fosse arredata una dimora del XVI secolo.
Condividi "Palazzina di Marfisa d'Este" su facebook o altri social media!